lunedì , 26 febbraio 2018
18comix

Francesco E. Celentano

Classe 89', dottorando di ricerca in diritto internazionale e dell'Unione europea presso l'Università di Bari. Mi occupo di disastri naturali e regioni polari dal punto di vista giuridico. Già tirocinante presso il Consolato statunitense a Napoli prima e presso l'Organizzazione marittima internazionale poi. Laureato in Giurisprudenza, ho scritto la mia tesi su Consiglio di sicurezza ONU e proliferazione nucleare nel corso di un periodo di ricerca presso l'Ufficio ONU di Ginevra. Appassionato, fin da piccolo, di geopolitica, mi sto specializzando nello studio delle relazioni esterne dell'Unione europea e dell'attività delle Nazioni Unite, con un'attenzione particolare all'area dell'Asia Pacifico. Orgogliosamente ex rappresentante degli studenti ed attuale segretario dell'Associazione dei laureati del mio Ateneo. Twitter: @cesco_cele

Moldavia: alla ricerca di una propria identità

Molto ad est rispetto a Bruxelles e con una situazione politica e sociale sempre più complicata. In Moldavia, infatti, piccolo Paese incastonato tra la Romania e la “contesa” Ucraina, da quasi un anno la classe politica, dal 2009 pro-UE, continua ad alimentare scandali dovuti ad un alto tasso di corruzione e ad un basso rispetto della Costituzione promulgata il 29 …

Leggi di più

Montenegro, continua l’avvicinamento a UE e NATO

Montenegro

La giovane Repubblica del Montenegro è divenuta motivo di ennesimo scontro tra Occidente e Russia in seguito all’invito, avanzato dai Ministri degli Esteri dei Paesi NATO a margine della riunione del 2 dicembre scorso, di aderire all’Organizzazione, istituita con la firma del Trattato di Washington del 4 aprile 1949. Il Paese, divenuto indipendente dalla Serbia a seguito di referendum popolare …

Leggi di più

Merkel, “a braccia aperte” nell’Europa dei confini

Merkel

Il terrorismo che ha colpito Parigi, e quindi l’intero modello di vita occidentale, ha riportato al centro del dibattito europeo la questione, che pare quasi irrisolvibile, dei flussi migratori che interessano, ormai da lungo tempo, Balcani e Unione europea. La sempre più tesa situazione in Siria, ormai priva di una vera organizzazione statuale da più di due anni, e il …

Leggi di più

Baia del Pirano: nuovo stallo fra Slovenia e Croazia

Baia del Pirano

L’estate ha riportato in primo piano una questione spinosa legata ad antiche dispute territoriali, ormai arcaiche, ma spesso decisive per i pacifici rapporti tra gli Stati. È questo il caso della Baia del Pirano situata dinanzi al Golfo di Triste e rivendicata dalla Slovenia, che si appella alla necessità di uno sbocco diretto in acque internazionali considerati i soli 47 …

Leggi di più

Summit Balcani occidentali, immigrazione al centro

Il 27 agosto, in piena emergenza immigrazione, alcuni Paesi UE hanno sfruttato l’occasione del vertice dei Balcani occidentali, meeting periodico voluto dalla Germania e dall’Austria per dialogare con i Paesi balcanici che non fanno parte dell’UE, per discutere oltre che di economia e integrazione europea, anche e soprattutto delle politiche di accoglienza nel Vecchio continente. Proprio la cancelliera tedesca Merkel, …

Leggi di più

Sri Lanka al voto, l’UE invia gli osservatori

Alla fine del giugno scorso, il nuovo Presidente dello Sri Lanka, Maithripala Sirisena, ha sciolto la Camera dei Rappresentanti e indetto nuove elezioni legislative per il 17 agosto. L’ex colonia britannica, indipendente dal 4 febbraio 1948 e ancora membro del Commonwealth, ha sofferto un lungo periodo di guerra civile dovuta ai conflitti tra i due maggiori gruppi etnici del Paese: la minoranza dei Tamil …

Leggi di più

Ungheria, in Europa c’è un nuovo muro

Ungheria

Il 6 luglio il Parlamento ungherese ha approvato, con una maggioranza schiacciante di 151 voti contro 40, la controversa legge che modifica, in maniera restrittiva, la normativa in vigore nel Paese in materia di immigrazione e diritto d’asilo. Il premier Viktor Orban, forte di una maggioranza parlamentare rilevante, ha già fatto parlare di sé, in passato, per leggi contestate dall’opinione …

Leggi di più

La Svezia pensa alla NATO e la Russia protesta

svezia

Circa duecento anni senza alcuna intrusione straniera nel proprio territorio. Questo è il bilancio della politica della Svezia in campo militare e diplomatico degli ultimi due secoli. L’idilliaca situazione del Paese nordico pare, però, essere suscettibile di cambiamenti, almeno stando alle notizie degli ultimi giorni circa movimenti russi sui confini settentrionali, cui si aggiungono le poco pacifiche dichiarazioni di Vladimir …

Leggi di più

La Germania traina il G7: nuova linfa per il summit ?

G7

Dal 1976, con l’aggiunta del Canada al gruppo dei 6 Paesi più industrializzati del mondo, il G7 è il vertice ristretto che riesce, meglio di molti altri consessi internazionali, a rappresentare le comuni istanze della maggioranza del PIL mondiale, più del 63%. I Paesi partecipanti – Stati Uniti, Canada, Gran Bretagna, Francia, Italia e Giappone – sono, infatti, accomunati non …

Leggi di più

Partenariato orientale, deluse le attese del vertice di Riga

di Francesco Celentano Il Partenariato orientale, istituito nel 2008 su proposta di Polonia e Svezia, è tornato a far parlare di sé in queste ultime settimane in occasione del vertice di Riga del 21 e 22 maggio. La Politica Europea di Vicinato Il Partenariato si inserisce nel più ampio quadro della Politica Europea di Vicinato (PEV) promossa dall’Unione europea tra il …

Leggi di più