martedì , 25 settembre 2018
18comix

Giuseppe F. Passanante

Ho studiato lingue alla Ca' Foscari (triennale) e relazioni internazionali a Torino (magistrale), per poi ottenere un master alla sede di Varsavia del Collège d'Europe dove ho approfondito temi come la Politica Europea di Vicinato, le relazioni UE-Russia e le politiche di allargamento. Attualmente vivo in Polonia, a Breslavia, e lavoro in una multinazionale. Le aree geografiche di mio interesse sono l'Europa Centrale, i Balcani, la Turchia e lo spazio post-sovietico.

Ucraina: il Natale tra Oriente e Occidente

Le principali notizie provenienti dall‘Ucraina nelle ultime settimane sono legate all’arresto ed alla successiva liberazione dell’ex Presidente georgiano Mikheil Saakashvili, ma c’è anche un altro evento che sta facendo discutere: l’adozione di una nuova legge che istituisce il 25 dicembre come giornata festiva, che andrà ad affiancare la giornata del 7 gennaio, il Natale secondo il Calendario Giuliano. Per capire …

Leggi di più

Armenia: firmato l’Accordo di Partenariato con l’UE

Venerdì 24 novembre si è tenuto a Bruxelles il quinto vertice del Partenariato Orientale. Non è stato un vertice di alto profilo come quello di Vilnius di quattro anni fa. Ucraina, Moldavia e Georgia hanno già firmato sia gli Accordi di Associazione (AA) che quelli per la liberalizzazione dei visti. Ha fatto discutere l’invito, poi rifiutato, rivolto al presidente bielorusso …

Leggi di più

Fra Russia e Turchia una relazione fra uomini forti al potere

Russia e Turchia

L’assassinio dell’ambasciatore russo ad Ankara dello scorso 19 dicembre per un attimo ha evocato lo spettro di un ennesimo scontro diplomatico tra Russia e Turchia. L’attentato in realtà non stravolgerà le relazioni bilaterali.Nel corso dei lunghi anni al potere, Putin ed Erdoğan sono riusciti a instaurare un buon rapporto, caratterizzato da un approccio pragmatico che ha permesso di stabilire forti …

Leggi di più

NATO-Russia: deterrenza o appeasement?

NATO

Le polemiche riguardo l’invio dei 140 soldati italiani in Lettonia, parte di uno dei quattro battaglioni NATO che sorveglieranno il confine Nord-Orientale dell’Alleanza, hanno finalmente portato all’attenzione del pubblico italiano, solitamente poco interessato alle problematiche internazionali, uno degli argomenti più dibattuti in questo angolo d’Europa da 25 anni. Russia e Paesi baltici: una situazione tesa Appena riottenuta l’indipendenza dopo quasi …

Leggi di più

Genocidio degli Armeni: la risoluzione del Bundestag

La fatidica parola è stata pronunciata. Lo scorso 2 giugno il Bundestag ha approvato una risoluzione che definisce i massacri ai danni degli armeni e di altre minoranze cristiane in Anatolia con il termine Völkermord, cioè genocidio. La Germania diventa quindi il 25° Stato a riconoscere il Genocidio degli armeni. Questo riconoscimento, però sta facendo discutere più degli altri per …

Leggi di più

Speciale Europei: Ucraina, rinnovare nazionale e politica

Quella disputata ieri pomeriggio tra Ucraina e Polonia è stata una partita particolare. Sul campo non aveva molto da dire. L’Ucraina, dopo le prime due sconfitte, era già praticamente fuori dal torneo, mentre alla Polonia era sufficiente anche un pareggio per accedere agli ottavi di finale. La partita è stata comunque sentita, perché i due Paesi hanno un rapporto particolare, …

Leggi di più

Speciale Europei: “biscotti” e libera concorrenza

europei

In un certo senso i campionati europei sono come il mercato comune europeo: sono regolati da norme che hanno lo scopo di far sì che le squadre giochino per vincere, come le imprese in un’economia di mercato. Per la fase a eliminazione diretta è abbastanza semplice: delle due avversarie, solo una passa il turno. Nella fase a gironi è più …

Leggi di più

Nagorno Karabakh: sull’orlo del baratro

Sale la tensione in Nagorno Karabakh. Due settimane fa si sono verificati violenti scontri tra l’esercito azero e le forze armate dell’autoproclamata Repubblica del Nagorno Karabakh. Come in tutti gli scontri analoghi è impossibile risalire alla dinamica precisa e al numero esatto di vittime, in quanto si tratta di un conflitto pressoché autoregolato: su una linea di contatto lunga 160 …

Leggi di più

Europa divisa: diffidare da Putin

Putin

L’intervento russo in Ucraina nel 2014 ha avuto l’effetto inaspettato di far convergere le principali forze politiche europee su una risposta unanime, seppur del tutto insufficiente, all’aggressione russa. I principali alleati europei del Cremlino si sono rivelati i partiti di estrema destra ed estrema sinistra. Negli ultimi mesi c’è stata un’inversione di tendenza: diversi leader dei principali partiti europei cercano …

Leggi di più

Caucaso: in mezzo alla crisi tra Russia e Turchia

L’abbattimento, qualche settimana fa, del bombardiere russo Su24 ha scatenato una grave crisi diplomatica tra Mosca e Ankara. I rapporti bilaterali sembrano compromessi nel lungo termine e la crisi avrà effetti anche su altre regioni, a partire dal Caucaso, che divide fisicamente i due Paesi. Una crisi già in atto Già prima di questa crisi la situazione era molto difficile. …

Leggi di più