lunedì , 26 febbraio 2018
18comix

Luca De Poli

classe '70, Laurea in Scienze Politiche a Padova e Laurea Magistrale in Relazioni Internazionali Comparate presso l'Universita' Ca' Foscari di Venezia. Master SDA Bocconi (2003-05) e Master Ipsoa (Pianificazione Patrimoniale). Autore del libro "78 giorni di bombardamento NATO: la Guerra del Kosovo vista dai principali media italiani" (Primo Premio al Concorso Internazionale 2015 Mario Pannunzio, Istituto Italiano di Cultura fondato da Arrigo Olivetti e Mario Soldati, Torino - Sez D). 100% del ricavato viene donato ad Amnesty International. E del libro "Ibrahim Rugova. Viaggio nella memoria tra il Kosovo e l'Italia" (Primo Premio Rive Gauche 2016 Firenze, patrocinato dal Ministero Beni Culturali). Dopo aver seguito per anni progetti nel settore bancario rivolti anche al mondo del Non Profit, dal 2015 si occupa di Wealth Management.

Happy (?) birthday Kosovo

kosovo

Quest’anno, esattamente il 17 febbraio, si celebrano i primi 10 anni dalla proclamazione dell’indipendenza del Kosovo. Ma è una festa per pochi e scomoda per molti. Indipendenza tormentata Scomoda per l’Europa, in pieno stallo. Ancora politicamente divisa tra chi riconosce questo spicchio dei Balcani, come l’Italia, la Germania e la Francia, e chi non ne vuole sapere come Spagna, Grecia e …

Leggi di più

Banche venete, destino incerto tra le richieste BCE e l’opzione “spezzatino”

banche

In questi ultimi mesi sulle due Popolari venete, Veneto Banca e Popolare di Vicenza, abbiamo letto di tutto di più. Abbiamo visto avvicendarsi Amministratori Delegati e Consiglieri, abbiamo scorso il lungo elenco delle opere d’arte inserite a bilancio a prezzi  inspiegabili e conosciuto la storia della caduta dei due banchieri, Zonin e Consoli,  presi come esempio d’eccellenza  negli anni passati. …

Leggi di più

Serbia e Kosovo: Cipro indica la strada giusta?

Il lento ma continuo processo di disintegrazione della Jugoslavia iniziò subito dopo la scomparsa di Tito, abile fino ad allora, sia pur con delle ombre, a tenere uniti sotto la stessa bandiera gli slavi del sud e gli albanesi del Kosovo, nonché a fare da cuscinetto tra Mosca e l’Occidente. Alla sua scomparsa, complice il mix di crisi economica e …

Leggi di più

Sterlina, materie prime: gli scenari economici di fine 2016

sterlina

Alla vigilia del referendum del 23 Giugno sulla Brexit, servivano quasi 1,50 dollari o 1,31 euro per comprare una sterlina. In questi giorni di ottobre per la medesima operazione è stato richiesto anche meno di 1,18 dollari o di 1,10 euro. Contrariamente, nel medesimo periodo, chi avesse investito nell’indice londinese FTSE 100, lo avrebbe visto crescere da 6.000 a oltre …

Leggi di più

Atlante e tutte le difficoltà del sistema bancario

Atlante

Fino ad un tempo non troppo lontano, si definiva “cassettista” colui che acquistava un titolo mobiliare e lo teneva anche per anni, se non per generazioni. Solitamente il titolo era un’azione, in particolare del settore bancario-assicurativo. Questa definizione è oramai entrata in disuso e il termine appare anacronistico a causa dell’alta volatilità dei mercati. Questi stanno abituando a delle vere …

Leggi di più

Petrolio a 30 dollari al barile: una nuova crisi?

petrolio

Anche nel  1973 in Italia c’erano le domeniche a piedi, non per il buco dell’ozono o per contenere il  traffico inquinante delle auto, ma per la grande crisi petrolifera che vide un aumento verticale del prezzo del barile come conseguenza di una diminuzione dell’estrazione. La causa era riconducibile alla guerra “lampo” del Kippur, che di fatto portò all’embargo contro tutti …

Leggi di più

Ibrahim Rugova, eroe non violento del Kosovo

Kosovo

Dieci anni fa moriva Ibrahim Rugova (02/12/44 – 21/01/2006), una delle figure più controverse del Kosovo ma anche un protagonista assoluto che, con il suo debole potere, per alcuni anche senza un reale potere, ha cercato fino all’ultimo di risolvere la delicata questione kosovara con la cultura della “non-violenza”. È stato uno dei pochi Leader che non ha mai portato una …

Leggi di più

I muri in Europa e la Germania

muri

In questi mesi del 2015 sono ritornati in Europa i fantasmi e i simboli della divisione, come quella rete alta 6 metri che divide in Marocco un pezzo delle paure europee dal resto del mondo. Oppure il nuovo muro che si sta costruendo tra l’Ungheria e la Serbia, nel tentativo di fermare la storia, ovvero di arginare un flusso oramai …

Leggi di più

Amnesty International: il rapporto 2014-2015

Nel rapporto annuale 2014-2015 di Amnesty International, presentato di recente alla stampa, emerge un quadro internazionale sconcertante, che non risparmia nessuna nazione, coinvolgendo tutti e cinque i continenti. L’attenzione maggiore viene riposta inevitabilmente sulla Siria dove oramai non rimane più traccia della “primavera araba”, di fatto degenerata in un dramma dalle dimensioni apocalittiche con oltre 200.000 morti. Una tragedia ulteriormente …

Leggi di più

Banca Mondiale, uno sguardo alla lotta alla povertà

Nonostante il nome possa richiamare alla mente speculazioni finanziarie internazionali, la Banca Mondiale non è altro che una delle quindici Agenzie specializzate delle Nazioni Unite. E’ un’organizzazione autonoma sorta insieme al Fondo Monetario Internazionale addirittura nel lontano 1944 durante la Conferenza monetaria e finanziaria dell’ONU a Bretton Woods. La Banca Mondiale viene messa sotto i riflettori ogni secondo semestre dell’anno …

Leggi di più