martedì , 25 settembre 2018
18comix

Stefania Carbone

Laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche all’Università di Siena ed ho ottenuto il Master in European Interdisciplinary Studies al Collège d’Europe-Natolin Campus con una tesi sull’esternalizzazione delle politiche europee in materia di asilo. Sono appassionata di relazioni internazionali e diritti umani.

Migrazioni, a La Valletta un vertice eurocentrico

La Valletta

Migrare è una condizione intrinseca all’essere umano. Fin dalla notte dei tempi l’uomo si è scoperto migrante. Ha abbandonato la propria casa, il proprio Paese per cause sempre diverse: guerre, persecuzioni, cataclismi, mancanza di lavoro o semplicemente alla ricerca di nuove prospettive di vita. Le migrazioni: un fenomeno globale Se si osservasse da una prospettiva più globale, forse si parlerebbe …

Leggi di più

Guinea, Condé rieletto per un secondo mandato

Si preannuncia un autunno caldo per il continente africano, considerando il numero di cittadini che sono stati e saranno chiamati alle urne: Guinea, Costa d’Avorio, Tanzania, Burkina Faso, Repubblica Centrafricana, Niger e Benin, solo per citarne alcuni. Guinea: elezioni (quasi) regolari Qualche settimana fa è stata ufficializzata la rielezione di Alpha Condé a presidente della Guinea con il 57,84% dei voti, …

Leggi di più

Agenda per lo Sviluppo Sostenibile: l’impegno UE

Il 2015, Anno Europeo dello Sviluppo, rappresenta il culmine di tutti i dialoghi, conferenze e meeting per la ridefinizione delle politiche di sviluppo globali, con un occhio più attento alla sostenibilità. È inoltre l’ultimo anno possibile per il raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM). L’UE, il principale donatore di aiuti pubblici allo sviluppo, ha avuto un ruolo di …

Leggi di più

Mali, ad un passo dalla pace

mali

È arrivato, pare,un punto di svolta per la crisi maliana, cominciata nel 2012 quando i ribelli tuareg del nord fondarono il Movimento Nazionale di Liberazione dell’Azwad ( nome dato al nord del Mali) sfidando il governo centrale di Bamako. Per tre anni, il Mali è stato testimone di una lunga e sanguinosa guerra civile, che oltre a causare centinaia di …

Leggi di più

Burundi: la crisi, le violenze, la pressione UE

In Africa la storia si ripete. Cambiano i luoghi, gli attori ma la trama è sempre la stessa. Un nuovo capo di Stato, intravedendo la fine del suo potere decide comme d’habitude di modificare la costituzione per poter restare in sella. Risultato: l’esercito si ribella, in alcuni casi anche la popolazione, e si da vita a un colpo di Stato …

Leggi di più

Yemen: la rivolta Houthi preoccupa l’UE

Ennesima crisi politica in Medio Oriente: questa volta ad essere al centro dell’attenzione è lo Yemen. Il 22 gennaio il Primo Ministro Khaled Bahah e il Presidente della Repubblica Abdu Rabu Mansur Hadi si sono dimessi, dopo un estenuante assedio della capitale Sana’a e delle istituzioni statali da parte dei ribelli sciiti del gruppo degli Houthi. L’origine della crisi va …

Leggi di più

Hamas fuori da lista nera UE, il Consiglio fa ricorso

Il 17 dicembre 2014 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha espresso il suo giudizio nel caso Hamas v. Consiglio, annullando le misure prese dal Consiglio dell’Unione Europea in merito alla designazione di Hamas come organizzazione terroristica. Le sentenza su Hamas e il riconoscimento della Palestina La vicenda si riferisce all’adozione della Posizione Comune adottata nel settembre 2001, all’indomani dei …

Leggi di più

Sud Sudan, l’impegno UE: tra guerra civile e crisi umanitaria

“Non so come sia cominciata questa guerra. È passato tanto di quel tempo. Una mucca rubata ai dinka dai soldati dell’esercito governativo, che poi i dinka si sono ripresi provocando una sparatoria e dei morti? Più o meno le cose saranno andate così. Naturalmente la mucca non era altro che un pretesto” (R. Kapuściński) Sud Sudan. Crisi umanitaria. Un binomio …

Leggi di più