domenica , 18 febbraio 2018
18comix

Relazioni Esterne

febbraio, 2018

  • 12 febbraio

    Tunisia: una primavera spezzata?

    Quando l’ISIS toccò il suo apogeo, nell’estate 2015, le cronache internazionali erano piene di resoconti riguardanti il “jihad della diaspora tunisina”, vale a dire le gesta delle migliaia di combattenti jihadisti che partivano da Tunisi e (soprattutto) dalle zone rurali del Paese per dare manforte sia al Califfato siriano che alle cellule libiche agli ordini di Al Baghdadi. Al centro …

  • 1 febbraio

    Le promesse di Trump complicano le relazioni fra UE e Stati Uniti

    Trump

    di Luigi Pellecchia Con la presidenza Trump, i rapporti tra Stati Uniti ed Unione Europea sono influenzati dalle decisioni che discendono dalle promesse fatte dal Presidente durante la campagna elettorale. I comportamenti assunti fino ad ora hanno contribuito ad incrinare i rapporti tra l’Europa e gli Stati Uniti: gli effetti hanno cominciato a vedersi da quest’anno. Le questioni aperte fra …

gennaio, 2018

  • 17 gennaio

    Iran, tra proteste interne e tensioni globali

dicembre, 2017

  • 12 dicembre

    Iran, accordo sul nucleare: il metodo europeo

    iran

      Per chi non ha vissuto in prima persona, o consapevolmente, gli anni della Guerra Fredda, le discussioni riguardo il rischio di una nuova corsa agli armamenti nucleari possono suonare distanti e quasi surreali. Anche le notizie che più dovrebbero preoccupare arrivano come attutite da un velo di scetticismo, “perché tanto non potrà mai accadere”. Il volto di Kim Jong-un …

  • 11 dicembre

    Armenia: firmato l’Accordo di Partenariato con l’UE

    Venerdì 24 novembre si è tenuto a Bruxelles il quinto vertice del Partenariato Orientale. Non è stato un vertice di alto profilo come quello di Vilnius di quattro anni fa. Ucraina, Moldavia e Georgia hanno già firmato sia gli Accordi di Associazione (AA) che quelli per la liberalizzazione dei visti. Ha fatto discutere l’invito, poi rifiutato, rivolto al presidente bielorusso …

  • 5 dicembre

    Il Summit fra Unione Africana e Unione Europea lancia una Task Force sulla Libia

    Libia

    Il 29 e 30 novembre si è tenuto ad Abidjan, in Costa D’Avorio, il Quinto Summit fra Unione Africana ed Unione Europea, che ha riunito i capi di Stato e di governo dei Paesi membri delle due Unioni continentali. Il Summit costituisce l’occasione di confronto al più alto livello fra i leader di Africa ed Europa, e segue il precedente …

  • 4 dicembre

    Vertice di Skhirat: l’Africa discute di migrazioni

    Da tempo, ormai, parlare di migrazioni è sinonimo di Unione Europea e Mediterraneo, nonostante la maggior parte dei flussi migratori si sviluppi ad altre latitudini. La maggior parte dei movimenti di massa si registra nell’Asia sud orientale, a volte per ragioni economiche (dall’Indonesia al Golfo Persico), altre per motivazioni politiche (la fuga dei Rohingya dal Myanmar). Nell’Africa sub-sahariana i flussi …

ottobre, 2017

  • 10 ottobre

    Rohingya e Myanmar: la realpolitik di Aung San Suu Kyi

    Rohingya

    I Rohingya sono un gruppo etnico, di religione islamica nella sua variante sufita, che parla il rohingya, una lingua indoeuropea strettamente legata alla lingua chittagong e più alla lontana alla lingua bengalese. La loro origine è molto discussa: alcuni ritengono indigeni di una regione della Birmania, mentre altri sostengono che siano immigrati musulmani che, in origine, vivevano in Bangladesh e …

  • 4 ottobre

    Russia, Ucraina: i reduci ed i resti del Donbass

    Il Bacino del Donec, meglio noto come Donbass, è una regione dell’Ucraina confinante ad est con la Russia. Dal 2014 è lacerata da un conflitto interno dovuto alla decisione di separarsi unilateralmente dal governo centrale ucraino. Una delle regioni più industrializzate della Russia zarista prima, dell’Unione Sovietica e dell’Ucraina indipendente poi, l’attuale governo separatista del Donbass fa leva proprio sulle …

settembre, 2017

  • 18 settembre

    Immigrazione, il nuovo approccio dopo il vertice di Parigi

    immigrazione

    Nell’ottica della definizione di nuove strategie a lungo termine per affrontare i flussi migratori che investono il Vecchio Continente, il recentissimo summit di Parigi promosso dal presidente Macron ha rappresentato un’importante svolta rispetto al percorso precedente. L’incontro ha infatti voluto porre le basi per un’intesa Europa-Africa sulla gestione dei flussi migratori lungo le direttrici trans-sahariane e mediterranee, spostando il fronte …