venerdì , 22 settembre 2017
18comix

Politiche Interne

settembre, 2017

  • 7 settembre

    Istruzione superiore: la nuova Agenda dell’UE

    di Gianluca Zucconelli Il trentennale del programma Erasmus, celebrato lo scorso maggio a Firenze da tutte le Università italiane con il supporto delle Agenzie Erasmus+, INDIRE, INAPP e ANG, rende il 2017 un anno importante per l’Europa e il mondo accademico. Infatti, mentre le celebrazioni mettevano ulteriormente in luce il potenziale di Erasmus+ e il numero dei beneficiari coinvolti cresceva …

agosto, 2017

  • 7 agosto

    Hotspot in Libia: i dettagli della proposta di Macron

    La notizia dell’intenzione del Presidente francese Emmanuel Macron di creare degli hotspot in Libia entro l’estate, nell’intento di evitare la rischiosa traversata del Mediterraneo ai migranti non idonei alla protezione internazionale, ha scatenato una notevole reazione mediatica. L’ipotetica dichiarazione, pronunciata giovedì 27 luglio ai margini di una visita ad un centro di accoglienza per richiedenti asilo a Orléans, ha anche …

luglio, 2017

  • 27 luglio

    L’UE apre la procedura d’infrazione contro l’Ungheria

    Ungheria

    L’Unione Europea ha annunciato di voler aprire una procedura d’infrazione contro l’Ungheria di Viktor Orbán, a causa della legge varata nei confronti delle organizzazioni non governative che operano nel Paese. Contestualmente, la Commissione Europea ha inviato una lettera riguardante lo status della Central European University, prestigioso ateneo privato finanziato dal magnate statunitense di origine ungherese George Soros. Come funziona una …

  • 24 luglio

    Total entra in South Pars, Macron rompe isolamento Iran

    south pars

    Il gigante petrolifero francese Total ha siglato un accordo da 4,8 miliardi di dollari con l’Iran per lo sfruttamento del giacimento di gas di South Pars. La notizia era nell’aria da tempo ed è stata resa ufficiale dai media iraniani domenica due luglio. L’accordo incrementerà dal 2021 la capacità di estrazione del bacino di South Pars per lo sviluppo del …

  • 11 luglio

    Migranti: se lasciata sola, l’Italia non esclude soluzioni unilaterali

    migranti

    La notizia di una possibile chiusura dei porti italiani alle navi straniere che effettuano operazioni di salvataggio in mare è stata ripresa dai media di tutto il mondo. Al di là di quella che potrebbe essere letta come una provocazione, è chiara la volontà del Governo italiano di uscire dall’impasse in cui si trova a fronte dell’elevato numero di sbarchi. …

giugno, 2017

  • 28 giugno

    Politiche migratorie: luci e ombre del quadro di partenariato

    La collaborazione con i paesi terzi rimane un obiettivo prioritario in materia di politiche migratorie dell’Unione Europea. Lo afferma la relazione della Commissione pubblicata lo scorso 13 giugno, a poco più di un anno dall’introduzione del quadro di partenariato intrapreso nell’ambito dell’agenda europea sulla migrazione. La Commissione dichiara che i progressi compiuti finora sono incoraggianti, ma diverse organizzazioni della società …

  • 5 giugno

    Corridoio Sud, il futuro della via europea del gas

    corridoio sud

    Il gas naturale ha un posto centrale nella strategia energetica dell’Unione Europea. Il 20% dell’energia consumata dai ventotto deriva dall’utilizzo di gas naturale e negli anni l’Ue è diventata sempre più dipendente dalle importazioni estere. I principali fornitori di gas, trasportato principalmente tramite gasdotti, sono Russia, Norvegia e in minor parte l’Algeria. La crescita del consumo di gas e la …

gennaio, 2017

  • 12 gennaio

    Mohamed Tamalt, il giornalista morto per la libertà di stampa

    Tamalt

    Nel 2017 in molti Paesi la libertà di stampa è ancora a rischio. A dirlo non è solo la convinzione di molti, ma anche Reporters without borders (Rsf), un’organizzazione non governativa che nel 2016 ha stilato la classifica dei 180 Paesi al mondo dove la libertà di stampa è ancora oggi in costante pericolo. Simbolo della lotta per tale causa …

  • 10 gennaio

    OPEC: cala la produzione, sale il prezzo

    Fumata bianca a Vienna. I timori tanto paventati sull’impossibilità di raggiungere un’intesa fra stati Opec e non Opec sul prezzo del petrolio e sul conseguente collasso dell’organizzazione sembrano essere stati il reale motivo di ricongiungimento per tutti gli attori. L’accordo dovrebbe determinare una diminuzione generale della produzione giornaliera di petrolio da parte dei partecipanti all’accordo, ovvero i principali produttori di …

dicembre, 2016

  • 12 dicembre

    Trump, le incognite su clima e ambiente

    trump

    L’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti ha definitivamente sdoganato un’idea di politica pragmatica e realista, che insegue i bisogni e le paure della gente piuttosto che ispirarne i principi, una politica già trionfante nel caso della Brexit e decisamente diversa dall’astrattezza e idealismo del suo predecessore Obama. Per dirla come i protagonisti, si è passati dal “Yes, …