Politiche Interne

gennaio, 2017

  • 12 gennaio

    Mohamed Tamalt, il giornalista morto per la libertà di stampa

    Tamalt

    Nel 2017 in molti Paesi la libertà di stampa è ancora a rischio. A dirlo non è solo la convinzione di molti, ma anche Reporters without borders (Rsf), un’organizzazione non governativa che nel 2016 ha stilato la classifica dei 180 Paesi al mondo dove la libertà di stampa è ancora oggi in costante pericolo. Simbolo della lotta per tale causa …

  • 10 gennaio

    OPEC: cala la produzione, sale il prezzo

    Fumata bianca a Vienna. I timori tanto paventati sull’impossibilità di raggiungere un’intesa fra stati Opec e non Opec sul prezzo del petrolio e sul conseguente collasso dell’organizzazione sembrano essere stati il reale motivo di ricongiungimento per tutti gli attori. L’accordo dovrebbe determinare una diminuzione generale della produzione giornaliera di petrolio da parte dei partecipanti all’accordo, ovvero i principali produttori di …

dicembre, 2016

  • 12 dicembre

    Trump, le incognite su clima e ambiente

    trump

    L’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti ha definitivamente sdoganato un’idea di politica pragmatica e realista, che insegue i bisogni e le paure della gente piuttosto che ispirarne i principi, una politica già trionfante nel caso della Brexit e decisamente diversa dall’astrattezza e idealismo del suo predecessore Obama. Per dirla come i protagonisti, si è passati dal “Yes, …

  • 9 dicembre

    Bahrein: l’ENI incaricata di esplorare i fondali

    Il 6 novembre 2016, ENI ha concluso quattro importanti accordi con le compagnie petrolifere del Bahrein, Bahrein Petroleum Company (BAPCO) e Tatweer Petroleum. Gli accordi, firmati dal Ministro del Petrolio, Sua Eccellenza Mohammed Bin Khalifa Al-Khalifa, e dall’amministratore delegato ENI, Claudio Descalzi, incaricano la compagnia petrolifera italiana di condurre ricerche sul potenziale sfruttamento di giacimenti di petrolio e gas nel …

novembre, 2016

  • 9 novembre

    Iran, Total ritorna con 2 miliardi in South Pars

    Iran

    Un’azienda europea tornerà ad investire nel mercato energetico iraniano. La francese Total ha siglato infatti un accordo preliminare da 6 miliardi di dollari per accaparrarsi i diritti di sfruttamento del giacimento di gas South Pars, detenendo il 50% di un consorzio stipulato con il colosso cinese China National Petroleum Corporation-CNPC (30%) e l’iraniana Petropars, una branca della compagnia di bandiera NIOC …

ottobre, 2016

  • 18 ottobre

    Petrolio libico, conteso e (poco) sfruttato

    Il sito estrattivo ENI di Mellitah ©ENI

    Per rendere lo scenario libico e la lotta per risorse e potere politico fra diverse fazioni ci dobbiamo allontanare dalla concezione immateriale e generale delle istituzioni nostrane. Piuttosto sembra più adatto un film ambientato in futuro post-apocalittico o in qualche medioevo distopico. Venuto meno Gheddafi, la rete di equilibri, alleanze, legami di sangue e comunione d’intenti  fra famiglie, comunità e …

settembre, 2016

  • 16 settembre

    Xylella, le ragioni della Corte Ue

    xylella

    di Mario Pagano Il caso Xylella continua a destare polemiche e ad alimentare speculazioni sulle responsabilità dell’Unione nella gestione di quella che è attualmente la più importante emergenza fitosanitaria del mondo. Le critiche più dure mosse dagli agricoltori e dalle associazioni ambientaliste nei confronti delle misure adottate da Bruxelles riguardano in particolare l’ordine di eradicazione delle piante infette e delle …

  • 13 settembre

    Burkini, Francia e il “paradosso della minoranza”

    Qualche settimana fa, durante l’acceso dibattito sul divieto di burkini sulle spiagge francesi, Nassim Nicholas Taleb, matematico e filosofo libanese naturalizzato americano, ha condiviso un articolo su Medium, una piattaforma di condivisione di idee. Intitolato “The Most Intolerant Wins: The Dictatorship of the Small Minority”, l’articolo dimostra come una piccola minoranza intransigente, se distribuita in maniera uniforme, possa imporre le …

  • 1 settembre

    Isole Åland: in Finlandia e nell’UE, ma con statuto speciale

    L’arcipelago delle Åland è un territorio ai confini dell’Europa, sconosciuto a molti ma dalla storia singolare, fatta di “passaggi di proprietà” e particolari deroghe rispetto alle leggi dell’Unione Europea, con tanto di speciale status ad esse riservato. L’arcipelago Munito di una bandiera propria, l’arcipelago delle Åland è una provincia autonoma della Finlandia. Si trova a venticinque chilometri dalla costa finlandese, …

agosto, 2016

  • 1 agosto

    UE-Turchia: l’accordo era già in crisi

    Il tentato golpe in Turchia ha solo accentuato un rapporto già incrinato. Esempio erano state le reazioni, lo scorso due giugno, alla risoluzione del Parlamento tedesco riguardo il riconoscimento del genocidio degli armeni, accolta come atto di strumentalizzazione politica da parte di un indignato governo di Ankara, che avevano segnato un’incrinatura nei rapporti diplomatici fra Germania e Turchia. Il riavvicinamento in autunno I contatti politici …