martedì , 14 agosto 2018
18comix
radio europae

Radio Europae. Il Pil tra mondiali, corruzione e Draghi

Come influenzano la crescita del PIL la vittoria ai mondiali di calcio, la corruzione e le ultime manovre di politica monetaria espansiva della Banca Centrale Europea?

Per quanto riguarda i mondiali, Radio Europae ha intervistato l’economista Luciano Canova, autore su Lavoce.info,  che ha sottolineato l’importanza di ospitare i mondiali piuttosto che vincerli. Ma la risposta non è semplice. E l’incertezza si può applicare a tutti i grandi eventi. Ad esempio, in occasione delle Olimpiadi di Londra 2012, la capitale britannica attirò meno turisti del previsto.
A livello di breve termine, come Paese ospitante, si può però quantificare un bonus PIL compreso tra lo 0,5% e l’1%. Ma l’effetto moltiplicatore è amplificato da una nazione già avviata sulla strada della crescita. Per quanto riguarda la vittoria di un mondiale, secondo la “Soccernomics”, il clima di euforia a seguito di un trionfo calcistico genera maggiore fiducia, ottimismo e propensione al consumo. Ma anche in questo caso la risposta non è definitiva. Per concludere, per chi ospita un grande evento sportivo, la strada da seguire è quella di Torino 2006 (costruzione infrastrutture utile come la metropolitana) e da evitare quella di Italia ’90 (grandi stadi e cattedrali nel deserto).

Sul tema corruzione, abbiamo intervistato Alberto Vannucci, professore dell’Università di Pisa e direttore del Master di Analisi, Prevenzione e Contrasto della Criminalità Organizzata e della Corruzione. Secondo Vannucci, nonostante le raccomandazione europee, l’Italia ha sempre rimandato le riforme strutturali nel contrasto della corruzione come il reato di falso in bilancio, l’autoriciclaggio, l’allungamento della prescrizione e la tutela dei whistleblower (chi denuncia casi di corruzione). Va poi ridisengata l’Anac, con l’assegnazione di maggiori poteri (fatto poi avvenuto con i provvedimenti varati dal Consiglio dei Ministri di venerdì 13 giugno). Per concludere andrà potenziata anche la Legge Severino, semplificato il Codice degli Appalti e migliorare la comunicazione tra le banche dati ed il sistema dei controlli.

Infine, abbiamo analizzato le mosse di politica monetaria della Banca Centrale Europea sotto l’impulso del Presidente Mario Draghi. I cosiddetti T-Ltro, prestiti alle banche vincolati alla concessione del credito alle imprese, avranno un effetto sulla crescita del Prodotto Interno Lordo?

Foto © Kurtis Kennington – Flickr

L' Autore - Fabio Cassanelli

Responsabile per lo Sviluppo e Responsabile Euro, Economia e Finanza - Laurea triennale in Economia Aziendale e laurea magistrale in Economia, ambiente, cultura e territorio all'Università di Torino. Sono Redattore su Rivista Europae e Presidente dell'associazione culturale Osare Europa.

Check Also

Radio Europae: Stati in difficoltà e vittoria di Juncker

Giovedì 24 luglio, come ogni giovedì ormai da più di un mese a questa parte, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *