giovedì , 19 luglio 2018
18comix

Prima pagina

E’ scontro fra l’UE e la Polonia sulla riforma della giustizia

Polonia

Il clima politico fra Unione Europea e Polonia è sempre più teso. Il 3 luglio è entrato in vigore uno dei provvedimenti più contestati della controversa riforma del sistema giudiziario promossa dal governo ultraconservatore polacco. In particolare, diventa effettiva la riforma della Corte Suprema Polacca. Con la nuova legge, i giudici costretti al prepensionamento saranno almeno il 40% del totale e …

Leggi di più

Macedonia-Grecia, risolta la disputa sul nome

Dopo più di venticinque anni Macedonia e Grecia hanno firmato un accordo sul nome che la Macedonia dovrà adottare. Dopo la decisione delle Nazioni Unite di identificarla provvisoriamente con l’acronimo F.Y.R.O.M. (Former Yugoslav Republic of Macedonia), i primi ministri macedone e greco hanno convenuto per il nome definitivo di Repubblica della Macedonia del Nord (Republika Severna Makedonija). Nell’accordo assume una …

Leggi di più

Libia: gli accordi e l’appello di Amnesty International

Di recente, Amnesty International ha lanciato un appello affinché si prenda posizione contro le violenze subite dai richiedenti asilo e dai migranti irregolari nei campi di detenzione libici. Per inquadrare il problema, è necessario partire dal “Memorandum d’Intesa” che l’Italia ha firmato con le autorità libiche (che però non hanno il pieno controllo del territorio) nel febbraio 2017. Nel preambolo dell’accordo si …

Leggi di più

Migranti: “Stop Soros”, in Ungheria rischio arresto per chi li aiuta

migranti

Viktor Orbán non ha perso tempo. A poco più di due mesi dalla sua rielezione, avvenuta con il 49,5% dei voti, è riuscito a far passare all’Országház, il Parlamento magiaro, un pacchetto di leggi che sta facendo discutere l’intera Europa. “Stop Soros”, con 160 voti favorevoli e solo 18 contrari, è un insieme di provvedimenti che mettono in pratica ciò …

Leggi di più

Spagna e Italia: le sorti, gli scenari

spagna

“Perché sei qui?”. “Perché nel mio Paese non c’e` lavoro”. Nella comunità expat di Bratislava, oltre ai Greci, due sono i gruppi nazionali principali: Italia e Spagna. Entrambe le comunità oltre che da un tessuto linguistico e culturale comune sembrano essere accomunate dalle medesime sorti economiche e lavorative. Secondo e terzo Paese per Pil e per numero di abitanti dell’Eurozona, …

Leggi di più

Il caso dell’europarlamentare Korwin-Mikke: il Tribunale dell’UE lo assolve

Korwin-Mikke

Il 1° marzo 2017, durante la plenaria del Parlamento Europeo sulle differenze di salario tra uomini e donne, l’europarlamentare Korwin-Mikke si è rivolto così ad una sua collega (v. il testo della sentenza del Tribunale dell’Unione europea nell’affaire T-352/17, ad oggi disponibile solo in lingua francese): « Connaissez-vous le palmarès des femmes lors des Olympiades polonaises de physique théorique? Quelle était …

Leggi di più

Spagna: il dopo Rajoy e la rinascita del PSOE

Lo scorso primo giugno, in Spagna, è stata approvata una mozione di sfiducia nei confronti del governo spagnolo guidato da Mariano Rajoy. I voti a favore sono stati 180, 169 i contrari ed uno l’astenuto. Ai socialisti del PSOE si sono aggiunti Podemos e Izquierda unida, i separatisti catalani di PDecat e ERC, il basco PNV e altri partiti regionali …

Leggi di più

Big Data: cosa prevede il regolamento del 2016

La principale fonte in materia di dati personali è costituita dal regolamento europeo 2016/679 del 27 aprile 2016, che ha raggiunto la piena applicazione il 25 maggio scorso. Tale regolamento ha abrogato la direttiva 95/46, del 24 ottobre 1995. Uno dei motivi che ha reso necessaria la riforma è stato l’evoluzione dei cosiddetti Big Data: l’espressione si riferisce all’analisi di grandi …

Leggi di più

Libia e la roadmap per le elezioni: l’offensiva diplomatica di Macron

libia

A Parigi il 30 maggio scorso è andato in scena il protagonismo francese sullo scacchiere geopolitico del Mediterraneo, e poco altro. Il presidente Macron ha riunito nella capitale francese le delegazioni di diverse fazioni e tribù libiche – oltre al Primo Ministro Fajez Al Serraj e al Generale Khalifa Haftar, uomini chiave rispettivamente nell’ovest e nell’est della Libia, vi erano …

Leggi di più

Referendum in Irlanda: uno schiacciante sì all’aborto

aborto

«Oggi si è restituito finalmente alle donne il giusto posto nella società irlandese.» Così si è espressa Orla O’Connor, capogruppo del movimento Together for Yes, festeggiando con tante donne davanti al Castello di Dublino per il sorprendente risultato del referendum, che ha coinvolto l’Irlanda venerdì 25 maggio. Lo spoglio infatti ha svelato un risultato schiacciante per il fronte di Repeal …

Leggi di più