18comix

Anna Baretta

Laureata in Scienze Strategiche e Politico-Organizzative, sono interessata all'ambito della difesa e sicurezza - in particolare alla gestione del rischio CBRN.

I migranti fuggono dalla dittatura in Eritrea

Eritrea

La chiamano la Corea del Nord africana, è uno dei Paesi più chiusi al mondo, da oltre 20 anni non vi sono elezioni ed è il secondo Paese per numero di migranti che attraversano il Mediterraneo – la Siria le ha tolto il primato di recente. Eppure dell’Eritrea, piccolo Stato situato in una posizione strategica nel Corno d’Africa, si sa …

Leggi di più

Iran in Siria: nuovi equilibri in Medio Oriente?

Iran

Dopo l’intervento di Francia e Russia, il già intricato scacchiere siriano si fa ancora più complicato per l’intervento di un nuovo attore, l’Iran. L’Iran e la Siria L’Iran, in realtà, non è per nulla un attore nuovo in Siria: già da anni sostiene il Paese fornendogli servizi di intelligence e di logistica, oltre che inviando i suoi migliori consulenti ed …

Leggi di più

Siria: la Francia e la Guerra all’ISIS

Dopo la decisione, a inizio settembre, di prendere parte ai sorvoli sul territorio siriano, Hollande ha annunciato l’intenzione di condurre raid contro lo Stato Islamico. L’intervento è motivato, secondo quanto dichiarato dal presidente francese, dalla necessità di reagire per legittima difesa, in seguito agli attacchi terroristici che hanno sconvolto la Francia e l’Europa negli ultimi mesi. I raid La Francia …

Leggi di più

East StratCom Team: lotta alla propaganda russa

Con la crisi ucraina ancora lontana dalla fine e le relazioni con la Russia sempre tese, l’Unione Europea ha deciso di reagire alla campagna di disinformazione e propaganda condotta da Mosca. Lo farà con un piano d’azione per la comunicazione strategica, volto a garantire mezzi alternativi a quelli statali e a promuovere le politiche e i valori europei nei Paesi …

Leggi di più

Mozambico: le tensioni e il gas per l’Italia

Risale a fine agosto l’invito a riavviare il dialogo rivolto dal presidente del Mozambico Filipe Nyusi al leader dell’opposizione Afonso Dhlakama, dopo un anno ricco di tensioni tra i due movimenti rivali FRELIMO e RENAMO. I continui scontri che tormentano il Paese ne minacciano la stabilità e rallentano il progresso: il Mozambico nell’ultimo decennio ha avuto una crescita annua media …

Leggi di più

Algeria, nuove tensioni fra mozabiti e arabi

Algeria

Le tensioni nel sud dell’Algeria si sono riaccese a inizio luglio, in seguito alla morte del mozabita Aouf Yassa, ucciso in un quartiere arabo di Ghardaia. Gli scontri tra mozabiti e arabi hanno causato almeno 22 morti: in quella che è solo una delle cicliche esplosioni di violenza che colpiscono la regione da decenni, entrambi i gruppi hanno assaltato e …

Leggi di più

Sicurezza e difesa, la cooperazione oltre i confini UE

difesa

L’Unione Europea non ha mai nascosto la sua intenzione di rivestire un ruolo sempre più centrale nella scena internazionale e ha scelto la strada del soft power e della cooperazione anche nel campo della sicurezza e della difesa. Il Consiglio Affari Esteri ha più volte ribadito l’importanza dei partner nelle missioni di gestione della crisi, un contributo che ha coinvolto …

Leggi di più

Crisi Ucraina – Russia, nuovo fronte in Transnistria ?

Transnistria

La crisi russo-ucraina non sembra destinata a risolversi presto e la decisione di Kiev di schierare sistemi missilistici anti-aereo S-300 nella regione di Odessa, al confine con la Transnistria, rischia di peggiorare la situazione. L’importanza strategica della Transnistria Sulla Transnistria, Stato de facto indipendente dal 1990, stretto tra Ucraina e Moldavia, si sono susseguiti falsi allarmi sin dall’inizio della crisi: …

Leggi di più

Iran, verso la firma dell’accordo sul nucleare degli ayatollah

Iran

Dopo 18 mesi di trattative, l’Iran e il gruppo dei 5+1 (composto dai membri del Consiglio di Sicurezza più la Germania) hanno raggiunto un accordo sul nucleare, la cui firma è attesa per il 30 giugno; è un risultato storico, dato che l’Occidente ha sempre temuto che il programma nucleare iraniano fosse orientato alla fabbricazione di armi di distruzione di …

Leggi di più

Francia: il mito della Légion étrangère

La Legione Straniera è un corpo d’élite dell’esercito francese circondato dal mito perché offre un mezzo di riscatto sociale e la possibilità di assumere una nuova identità. Il prezzo da pagare è tuttavia alto: isolamento, lontananza dalla famiglia e dura quotidianità. Ogni anno i disertori sono circa 250. In passato hanno fatto parte della Légion, tra gli altri, l’italiano Vittorio Testi …

Leggi di più