18comix

Antonio Scarazzini

Direttore - Analista nella società di Public Affairs Cattaneo Zanetto & Co., ho frequentato un Master in European Political and Administrative Studies al Collège d'Europe di Bruges dopo la laurea a Torino in Studi Europei Dopo uno stage presso Camera di Commercio di Torino e una collaborazione di ricerca con la Fondazione Rosselli, ho collaborato dal 2014 con la Compagnia di San Paolo per lo sviluppo del programma International Affairs. Dirigo con orgoglio la redazione di Europae sin dalla sua nascita.

Riforma del settore bancario, il jolly di Michel Barnier

Chi pensava ad una Commissione Europea già sonnecchiante, in vista del cambio della guardia che seguirà alle elezioni di maggio, dovrà ricredersi: dalle stanze della DG Mercato Interno irrompe in scena la proposta di nuovi regolamenti per una “riforma strutturale del sistema bancario europeo”. Le normative presentate mercoledì dal Commissario per il mercato interno Michel Barnier completano il percorso di …

Leggi di più

Quel pasticciaccio brutto di casa Montepaschi

Da Villa d’Este a Cernobbio a Palazzo Sansedoni, passando per Rocca Salimbeni, a Siena: la storia recente dell’ultracentenario Monte dei Paschi si consuma tra perle rare dell’architettura italiana. Come raro è il guazzabuglio di interessi politici e finanziari in cui è avvolto l’istituto senese, il cui cammino iniziò a farsi impervio quando nel 2011 gli stress test dell’Autorità Bancaria Europea evidenziarono uno shortfall, …

Leggi di più

Lettonia nell’eurozona: la scommessa sull’euro

L’immagine del premier Valdis Dombrovskis che, allo scoccare della mezzanotte di Capodanno, ritira al bancomat i primi euro della storia lettone resterà l’emblema dell’allargamento della zona euro al suo diciottesimo Stato membro. Alcuni, vedi il Financial Times, consigliano di gioire finché si è in tempo: se la Lituania dovesse ripensarci e rinunciare all’euro dal 2015 – scrive il quotidiano economico britannico …

Leggi di più

UE al ribasso, bocciata con merito

«Il Consiglio si compiace», ovvero anche gli asettici paragrafi delle conclusioni del Consiglio Europeo sanno regalare ironia. L’accordo sulla struttura definitiva dell’unione bancaria ratificato a Justus Lipsius piace agli Stati membri, ma il pacco natalizio che si cela dietro all’imponente incarto del meccanismo unico di risoluzione (SRM) nasconde una ben amara sorpresa. Che, in fondo, tanto sorpresa non è. Lo strumento che …

Leggi di più

Le banche e la grande coalizione. Berlino teme l’unione bancaria

Articolo tratto dal mensile di Europae: “Kaiserin Angela? Merkel verso la riconferma, l’Europa aspetta”, n. 5  settembre 2013 (pp. 16-18).  Scrive Robert Gilpin, nel suo celeberrimo manuale di Political Economy, che la Germania del dopoguerra si contraddistinse per lo sviluppo di un peculiare modello di capitalismo in cui finanza e grande industria risultavano legati a sorti comuni. Un modello di …

Leggi di più

Privatizzazioni a singhiozzo, banche e altri miti italiani. Dialogo con Carlo Stagnaro

Una rapida rassegna sui temi economici più caldi che legano l’Italia all’Europa. Dalle privatizzazioni annunciate alla situazione delle banche italiane, passando per il sempre difficile rapporto con la Germania. Questo in sintesi l’incontro di Europae con Carlo Stagnaro, direttore dell’Istituto Bruno Leoni, avvenuto a margine dell’evento “Prima l’Italia” organizzato da Muoviti per la Novità a Torino lo scorso 31 novembre.  …

Leggi di più

Tra ideali e portafoglio, il dilemma della difesa in Europa

Una dicotomia fra l’aspetto valoriale e simbolico e quello economico: la storia dell’integrazione europea si dipana, in fondo, su questo duplice binario. Il primo legato all’idea di cosa l’Europa debba  e possa diventare, al progetto di una costruzione politica da cui far diramare una struttura istituzionale dotata di competenze settoriali. Il secondo impostato su ciò che l’Europa può fare, sul …

Leggi di più

Horizon 2020: al via i bandi 2014 per ricerca e innovazione

7,3 miliardi di euro: sono i fondi stanziati dai primi bandi approvati per il 2014 dalla Commissione Europea nell’ambito del programma Horizon 2020 che, nel settennato 2014 – 2020, costituirà il quadro di riferimento per il cofinanziamento di progetti di ricerca ed innovazione. Una goccia nell’oceano, se considerato che i fondi sono a disposizione di tutti i 28 Paesi membri dell’UE …

Leggi di più

“L’Ue deve legittimarsi per le opportunità su crescita ed occupazione”. Intervista a Ferdinando Nelli Feroci

Un’Europa che ha fatto molto per riformarsi e riformare l’efficacia delle politiche economiche e del loro coordinamento nazionale, un’Europa che ha ancora molta strada da fare nel rilanciare crescita ed occupazione, per mostrarsi con rinnovato vigore ai propri cittadini. Questo l’esito del breve ma intenso esame condotto ai microfoni di Europae da Ferdinando Nelli Feroci, presidente dell’Istituto Affari Internazionali e …

Leggi di più

Modello o egemone? La solitudine di Berlino

“La Commissione ritiene utile condurre un’analisi approfondita per valutare l’esistenza di squilibri macroeconomici”. Queste le parole che hanno scatenato editorialisti di mezzo mondo, per lo più dediti a processare il presunto neomercantilismo tedesco. Capo d’imputazione la svalutazione interna che aumenta la competitività delle merci grazie alla depressione salariale e della domanda, sottraendo così quote di mercato agli altri Paesi e …

Leggi di più