martedì , 22 maggio 2018
18comix

Daniele Marchi

Studente presso l'Università di Torino, laureato a Trento in Studi Internazionali con una tesi su Alexander Langer ed il suo progetto per un corpo civile di pace europeo. Sono volontario di Operazione Colomba, corpo nonviolento di pace, con cui ho partecipato al progetto in Colombia, presso la Comunità di Pace di San Josè de Apartadò. Mi occupo di risoluzione pacifica dei conflitti, confidando che un giorno l'Unione Europea diventi potenza di pace.

Burkini, Francia e il “paradosso della minoranza”

Qualche settimana fa, durante l’acceso dibattito sul divieto di burkini sulle spiagge francesi, Nassim Nicholas Taleb, matematico e filosofo libanese naturalizzato americano, ha condiviso un articolo su Medium, una piattaforma di condivisione di idee. Intitolato “The Most Intolerant Wins: The Dictatorship of the Small Minority”, l’articolo dimostra come una piccola minoranza intransigente, se distribuita in maniera uniforme, possa imporre le …

Leggi di più

Israele, Lieberman nuovo Ministro della Difesa

Lieberman

Le conferenze stampa del governo israeliano si svolgono solitamente interamente in ebraico. Mercoledì scorso, tuttavia, i due protagonisti della conferenza stampa hanno sentito la necessità di parlare in inglese, rivolgendosi quindi alla comunità internazionale, per assicurare il loro impegno a favore del processo di pace tra Israele e Palestina. I due protagonisti erano Benjamin “Bibi” Netanyahu, Primo Ministro, e Avigdor …

Leggi di più

Austria: l’estrema destra si impone al primo turno

Austria

Il primo turno delle elezioni presidenziali in Austria ha evidenziato il crollo dei partiti tradizionali di governo e la politicizzazione di una figura rappresentativa come il Capo dello Stato. Austria: i dati di un’elezione anomala Nel sistema politico austriaco, dominato dalla contrapposizione e collaborazione dei due partiti tradizionali, il Partito Socialista e il Partito Popolare, il ruolo del Capo dello Stato …

Leggi di più

Böhmemann, come un comico ha messo in difficoltà Merkel

Böhrenmann

Tutto è iniziato qualche settimana fa con un’innocua canzoncina messa in onda dalla radio NDR, ironica sul Presidente turco Erdogan, che, non trovandola per nulla divertente, convocava l’ambasciatore tedesco per mostrare il proprio disappunto. La vicenda sembrava chiusa, con un’alzata di scudi tedesca a difesa della libertà di stampa e una moderata indignazione turca. Ci ha pensato il comico Böhmemann a …

Leggi di più

Corridoio umanitario: dall’Italia una nuova forma d’accoglienza

corridoio umanitario

Amura ha due anni. È un bambino siriano, nato dalle macerie di quella che era la città di Homs, quasi rasa al suolo già nel primo anno di conflitto. È nato dalle macerie, non tra le macerie: i suoi genitori sono scappati quattro anni fa dalla Siria, rifugiandosi in Libano, rincorrendo una sicurezza e un posto migliore, anche se spesso …

Leggi di più

Irlanda: nessuna maggioranza all’orizzonte

Sembra proprio che in Europa, dalle elezioni, non nascano governi. O quantomeno, non nascano maggioranze capaci di esultare alla chiusura delle urne. Dopo il Portogallo (dove solo una rischiosa e complessa alleanza dei partiti di sinistra è riuscita a dare vita a un governo) e la Spagna (dove Pedro Sanchez, leader del Partito Socialista, non è riuscito a ottenere la …

Leggi di più

Vienna: la sinistra batte lo spauracchio Strache

Dal 1919 Vienna è una roccaforte socialista. 96 anni di dominio continuo, con punte elettorali superiori al 60%, una maggioranza assoluta goduta pressoché ininterrottamente fino al 2005, quando anche il Partito Socialista Austriaco (SPÖ) viennese ha dovuto stringersi in coalizione con il partito dei Verdi, storicamente forte in Austria e nella sua capitale. Dal 1994 Micheal Häupl è sindaco della …

Leggi di più

Portogallo, l’esito del voto: sarà coalizione?

Il Portogallo non cambia: le elezioni di domenica hanno premiato Portugal à Frente, la coalizione di centrodestra al governo, formata dal Partito Socialdemocratico e dal Centro Socialdemocratico/Partito Popolare. Nei prossimi giorni il Presidente della Repubblica, Cavaco Silva, consegnerà quasi sicuramente al premier uscente Passos Coelho l’incarico per la formazione di un nuovo governo. I risultati La prudenza è d’obbligo. Per …

Leggi di più

Da Sarajevo a Ventimiglia: i fallimenti dell’UE

Ventimiglia

Il 26 giugno 1995 circa 2.000 persone, tra cui diversi parlamentari europei, si recarono a Cannes per consegnare un documento ai Capi di Stato, riuniti per un Consiglio Europeo. Da 4 anni imperversava la guerra nei Balcani, e da 3 anni la Bosnia ne era stata coinvolta; da qualche mese la sua capitale multietnica, Sarajevo, era tenuta sotto assedio dalle …

Leggi di più

Buone nuove dall’ILO: “dal piano Juncker lavoro per 2,1 milioni”

Il Piano di investimenti da 315 miliardi proposto da Jean-Claude Juncker potrebbe creare ben 2,1 milioni di posti di lavoro nell’Unione Europea. Lo afferma uno studio condotto dell’ILO, Organizzazione Internazionale del Lavoro, che pure doveva fronteggiare alcuni difficili presupposti teorici, quali la fattibilità stessa del piano – che, per quanto salutato positivamente dagli Stati membri, è ancora in fase di …

Leggi di più