18comix

Daniele Marchi

Studente presso l'Università di Torino, laureato a Trento in Studi Internazionali con una tesi su Alexander Langer ed il suo progetto per un corpo civile di pace europeo. Sono volontario di Operazione Colomba, corpo nonviolento di pace, con cui ho partecipato al progetto in Colombia, presso la Comunità di Pace di San Josè de Apartadò. Mi occupo di risoluzione pacifica dei conflitti, confidando che un giorno l'Unione Europea diventi potenza di pace.

Oëttinger, un passo a lato e uno indietro

Tra gli otto Commissari confermati da Jean-Claude Juncker dopo l’esperienza nella Commissione Barroso II, quasi tutti hanno goduto di promozioni sostanziali, come passare dall’essere un semplice Commissario a essere uno dei Vice Presidenti della Commissione – posizione centrale nella nuova impostazione voluta da Juncker. L’unico Commissario confermato, ma “degradato”, è il tedesco Günther Oëttinger, Commissario uscente per l‘Energia e ora …

Leggi di più

Vertice Lavoro, da Milano fiducia al Jobs Act

Dopo aver rischiato lo slittamento, si è svolta ieri a Milano la Conferenza europea sul lavoro, proposta e fortemente voluta dalla Presidenza italiana per fare il punto sulla situazione dell’impiego in Europa e per poter presentare ai partner europei la tanto agognata riforma italiana del Jobs Act (nel frattempo veniva discussa in Senato la legge delega, con il voto di …

Leggi di più

Semestri di storia: 1980, Cossiga alle prese con la Thatcher

Francesco Cossiga si trovò ad essere Presidente del Consiglio in uno dei bienni più controversi della storia italiana, quello tra il 1979 e il 1980. Certo non si trovò lì per caso, lui che aveva alle spalle un curriculum politico di tutto rispetto, costruito con grande velocità (il che non stupisce, visto il diploma al Liceo classico Azuni di Sassari …

Leggi di più

Semestri di storia: Segni e la 1^ Presidenza italiana

«Ma noi dobbiamo riconoscere che la divisione in vari Stati dell’Europa è il fattore decisivo del suo declino economico e, quindi, del declino politico della sua civiltà». Pochi, nel 2014, hanno il coraggio di fare affermazioni tanto potenti. Il virgolettato però è un estratto del discorso tenuto il 31 marzo 1957, a conclusione della cerimonia per la firma del Trattato …

Leggi di più

Germania e NSA: espulso Capo servizi segreti USA

Se sei “un” signor Nessuno e vieni espulso da un Paese europeo, la cosa non farà certo notizia. Se però sei “il” signor Nessuno, o meglio, se devi essere “il” signor Nessuno, l’uomo più in ombra di tutti, quello che lavora e si muove sotto traccia, la cui identità è conosciuta solo nei palazzi che contano di più, in sostanza, …

Leggi di più

Polonia, Tusk: fiducia malgrado rivelazioni “Patriota”

Un ristorante di gran classe, al centro di Varsavia. Bicchieri di cristallo, un ottimo bigos, lo stufato di carne, cavoli e crauti con prugne secche. Clientela importante, Ministri del governo polacco e uomini di potere. Addirittura un pulsante a tavola, per chiamare i camerieri. E dentro quel pulsante, un microfono per intercettare le conversazioni rilassate dei potenti della “Tigre dell’est …

Leggi di più

Mondiali 2014: ultima spiaggia per la Svizzera

Il calcio è nato in Svizzera. O meglio: il calcio europeo continentale è nato in Svizzera. Era il 1860, nasceva il Lausanne Football and Cricket Club, forse la prima squadra calcistica del continente europeo, fondata da un gruppetto di studenti inglesi in viaggio di studio nei cantoni svizzeri. Solo per rendere l’idea: in Italia si dovettero aspettare gli anni Novanta …

Leggi di più

Juncker: l’endorsment travisato di Daniel Cohn-Bendit

La notizia ha fatto effetto a molti: Daniel Cohn-Bendit, Danny le rouge, il politico franco-tedesco bandiera del maggio parigino e europarlamentare di lunga data, invita il gruppo dei Verdi nel Parlamento Europeo a votare Jean Claude Juncker come prossimo Presidente della Commissione. Effettivamente non è una cosa da poco, nonostante l’ex Presidente del gruppo abbia abituato negli anni a posizioni …

Leggi di più

Nasce lo European Institute of Peace, lo presiede De Mistura

È stato presentato lunedì 12 maggio, a Bruxelles, lo European Institute of Peace – Istituto Europeo della Pace, ulteriore sforzo di alcuni Paesi europei verso il rafforzamento delle capacità di mediazione e di risoluzione dei conflitti. L’Istituto, nato dall’idea comune dei Ministri degli Esteri di Svezia e Finlandia, Carl Bildt e Alexander Stubb (quest’ultimo ora Ministro per gli affari europei …

Leggi di più