venerdì , 17 agosto 2018
18comix

Giacomo Giglio

Laureato magistrale in Economia Internazionale, fin da giovanissima età ho avuto grande passione per la politica e l'economia. Critico con la visione classica dell'economia, mi occupo spesso di temi inerenti la crisi finanziaria e i travagli della zona Euro dopo lo scoppio della crisi 2008-09

Perù, Keiko Fujimori vince il primo turno delle elezioni

Perù

Il Sud America vive un momento di grande fermento politico legato al rallentamento economico dopo le recenti difficoltà della crescita del PIL cinese: il “boom” sudamericano traeva linfa vitale dalla domanda proveniente da Oriente: ogni stormir di fronda a Pechino può provocare un uragano. E l’uragano è effettivamente arrivato: la Presidente brasiliana Dilma Rousseff in seria difficoltà, travolta da una …

Leggi di più

Alle radici del terrorismo, quale integrazione in Occidente?

terrorismo

Il problema del terrorismo è davvero arginabile? Evidentemente, stando così le cose, no. Il terrorismo nasce come una tattica utilizzata da disperati contro privilegiati, poveri contro ricchi. In un mondo in cui le diseguaglianze stanno esplodendo a livello continentale e globale, il terrorismo non può che trovare facile brodo di cultura. Le operazioni di polizia non possono arginare possenti fenomeni …

Leggi di più

Slovacchia: la vittoria dell’instabilità

Slovacchia

Le elezioni tenutesi in Slovacchia il 5 marzo scorso sono state un vero shock per gli analisti continentali: non si sono profilati vincitori, se non l’estrema destra e, in generale, è risultato evidente il rifiuto per tutta la classe politica. Un risultato che si può valutare dando un’occhiata alla cartina: il piccolo Paese confina a ovest con la Repubblica Ceca …

Leggi di più

Trump e il “trumpismo” alla conquista dell’Occidente

Donald Trump è da settimane l’argomento più discusso delle cronache internazionali: la sua chioma color arancio, a prescindere dalle sue possibilità di diventare davvero il candidato repubblicano alla Presidenza statunitense, è entrata nell’immaginario comune. Giustamente, le analisi si soffermano sugli aspetti di natura mediatica e politica che lo rendono così popolare. Tra queste il suo fare istrionico, la sua visione …

Leggi di più

Libia: il “gioco” strategico della Francia

La guerra in Siria ha dimostrato come ogni conflitto militare sia suscettibile di diventare un confronto tra potenze globali (Stati Uniti e Russia) e regionali (Iran e Arabia Saudita). Mai come oggi, in un contesto in cui i mercati avanzati sono saturi e la ricerca di nuove fonti di approvvigionamento è vitale, al fine di acquisire un vantaggio su concorrenti …

Leggi di più

Italia – Egitto, le ragioni economiche prima di tutto

Egitto

Una storia sconosciuta o quasi è quella dell’emigrazione italiana in Egitto: circa diecimila “connazionali” (in realtà l’Italia doveva ancora nascere) che nei primi decenni dell’Ottocento – spinti dalle riforme coraggiose di Mohammed Ali – trovarono un nuovo Eldorado lungo il Nilo. Migliaia di operai specializzati, ingegneri, uomini d’arte, che esportarono le migliori qualità dell’ingegno italiano nel Paese più popoloso del …

Leggi di più

Il sistema Schengen e una crisi (forse) fatale

Schengen

La storia d’amore tra i popoli europei declina romanticamente nel bel mezzo dell’inverno più caldo mai registrato, in un’atmosfera da fine epoca segnata da guerre, attentati terroristici, naufragi mortali nel Mediterraneo e solite minacce di espulsione della Grecia (stavolta dall’area Schengen). Un “matrimonio” d’interessi Era partita come la classica storia d’amore: Mitterrand e Kohl, mano per mano, a giurarsi amore …

Leggi di più

Portogallo: un voto che complica

Dopo le elezioni presidenziali del 24 gennaio scorso, il Portogallo è entrato in una fase tratta dalla saga di “Don Camillo e Peppone”. Il neo-presidente conservatore Rebelo de Sousa, eletto con il 52% dei suffragi e quindi senza necessità di un ballottaggio, nelle vesti di Don Camillo, dovrà infatti coabitare con l’esecutivo rosso di Antonio Costa, formatosi a seguito di …

Leggi di più

2016: le paure dell’Europa

Il 2015 non è stato un anno brillante per l’Unione Europea: inutile ripetere tutti i problemi di varia natura che la assediano, a partire ad esempio dall’ondata di rifugiati, con l’arrivo, solo in Germania, di circa un milione di persone. Il bilancio di fine anno, quindi, è inevitabilmente segnato dall’incertezza, dalla sensazione di vivere in un tempo dove sono saltate tutte …

Leggi di più

Arabia Saudita, export di petrolio e diversificazione

Arabia Saudita

Il centro focale dei guai dell’Occidente, la fonte di un’interpretazione distorta della religione islamica, il regno che immeritatamente custodisce i luoghi sacri in cui operò Maometto, l’occhio del ciclone del caos mediorientale: questa è l’Arabia Saudita agli occhi di molti occidentali e di altrettanti musulmani appartenenti alla confessione sciita. In questi mesi, in cui Riyadh è stata al centro dell’attenzione …

Leggi di più