18comix

Valentina Ferrara

Vice-direttore - Laureata in Scienze Internazionali e Diplomatiche con una tesi in Storia dell'Integrazione Europea dal titolo "Unione Europea e discriminazioni". Ho sempre avuto la passione per il giornalismo, per il mondo della comunicazione e per l'Unione Europea, per questo non ho avuto alcun dubbio a partecipare alla creazione di Europae, la fonte d'informazione che sono sempre andata cercando.

UKEPP: gli euro-entusiasti del Regno Unito

Da non confondere con il fratellastro UKIP nonostante la pronuncia simile, UKEPP è il nuovo partito pro Unione Europea che correrà nel Regno Unito alle prossime elezioni per il Parlamento Europeo. Il nuovo partito d’Oltremanica nasce da una branca dei conservatori britannici scontenti della propaganda anti-europea ed è anzi favorevole ad un coinvolgimento maggiore del Regno Unito nell’Unione Europea. A capo …

Leggi di più

Hollande in Messico, tra accordi commerciali e scandali

Quanto le decisioni di François Hollande in politica e nella vita privata abbiano danneggiato il Partito Socialista francese si è reso palese alla scorsa chiamata elettorale. Quanto danneggeranno i suoi partiti fratelli nell’Unione Europea alle elezioni di maggio è ancora presto per dirlo. Tuttavia, rimane certo che il Presidente francese ormai andrebbe tenuto in una teca, perché dove va si …

Leggi di più

Francia, nuovo governo: provaci ancora François

Come già annunciato alle porte del ballottaggio delle elezioni municipali, il Presidente francese François Hollande ha deciso di reagire allo scontento montante con un rimpasto di governo. A nulla, infatti, sono valsi gli appelli al voto coscienzioso e “personale”, ovvero rivolto alle qualità del Primo Cittadino più che alle opere del governo nazionale. Il Partito Socialista è stato bocciato dal suo …

Leggi di più

Francia, elezioni municipali: crollo dei socialisti, avanza il Front National. Astensione al 40%

La scorsa domenica parte della Francia è stata chiamata alle urne per rieleggere la guida politica di 36 681 comuni francesi, tra cui anche importanti città come Parigi, Marsiglia e Lione. Il risultato elettorale, sebbene abbia originato grandi titoli di giornali, non ha mostrato in realtà grandi novità, risultando anzi la conferma di tendenze indelebilmente scritte da tempo. Innanzitutto, la caduta …

Leggi di più

Gran Bretagna: semafori ancora accesi sulle etichette degli alimenti

I semafori inglesi non si sono ancora spenti. Europae aveva parlato lo scorso dicembre della decisione del governo d’Oltre Manica di apporre sugli imballaggi dei cibi etichette con simboli rossi, gialli e verdi, a seconda che l’alimento in questione venisse considerato più o meno salutare. Una decisione che non era stata ben accolta da molti Paesi, in primis dall’Italia, che …

Leggi di più

Elezioni europee: il PPE candida Jean-Claude Juncker

Dopo il Consiglio Europeo straordinario dedicato alla crisi in Ucraina, molti leader europei sono volati a Dublino al Congresso del Partito Popolare Europeo (PPE), chiamato ieri a decidere il proprio candidato per la presidenza della Commissione Europea. Tra gli altri, infatti, il PPE esprime il Presidente del Consiglio Europeo Van Rompuy, il Presidente della Commissione Barroso, la Cancelliera Merkel e …

Leggi di più

Una Svizzera non troppo neutrale

Si potrebbe dire che l’immigrazione è il tema caldo dell’inizio di questo 2014. Come se non bastassero i problemi sorti con l’apertura del mercato del lavoro europeo ai cittadini romeni e bulgari, ora ci si è messa pure la Svizzera introducendo paletti alla libera circolazione dei lavoratori europei. Una cosa che, vista la sua notoria fama di Paese neutrale, fa …

Leggi di più

Bentornato, Presidente

Dopo sette anni il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, è tornato a parlare alla Plenaria del Parlamento Europeo. Come lui stesso ha fatto notare, il contesto è certamente cambiato: dopo il suo intervento del 14 febbraio 2007, è arrivata la crisi economica, finanziaria ed ideologica dell’Unione Europea ma anche dell’Italia che lo ha riportato volente o nolente al Quirinale. Sette …

Leggi di più

Verso le elezioni europee 2014: uno sguardo al Lussemburgo

Sebbene sia fra i più piccoli Stati dell’Unione Europea, o forse proprio per questo motivo, il Granducato di Lussemburgo è il giusto ambasciatore di un messaggio positivo di cui, in vista delle elezioni, si sentiva il bisogno: c’è bisogno di UE, forse di una visione riformata dell’UE, ma ce n’è bisogno, se non si vuole diventare il vecchio malato del …

Leggi di più

Ucraina: quando la storia non s’impara. Si fa.

#Euromaidan: piazze e social network, vecchie e nuove forme di protesta si uniscono di nuovo per svelare difetti e brutture di governi, o forse sarebbe meglio dire regimi, di cui, sebbene convivessero accanto a noi, ci siamo curati poco e con cui eravamo anche disposti a scendere a patti, sperando nella validità del principio del bastone e della carota o …

Leggi di più