18comix

Economia e Finanza

Febbraio, 2014

  • 13 Febbraio

    La BCE alla guerra della deflazione. Senza armi

    “Si può dare di più” cantava un affermato trio di cantanti ad una vecchia edizione del Festival di Sanremo. Non sarebbe così folle immaginare le note di questo ritornello risuonare anche nelle stanze del modernissimo e scintillante edificio della Banca Centrale Europea a Francoforte. Il giudizio da parte dei giornali italiani sulla figura di Mario Draghi è univoco: è stato il deus ex machina che ha impedito …

  • 13 Febbraio

    Più istruzione favorisce l’occupazione: la strategia del PE

    Nei prossimi anni le imprese europee avranno bisogno di profili altamente qualificati che non riusciranno a reperire nell’attuale mercato del lavoro: si calcola che i posti vacanti saranno tra i 385.000 e le 700.000 unità. Un assurdo paradosso, se si considera che a luglio 2013 il tasso di disoccupazione nell’Unione Europea si è attestato all’11%, con punte del 20% in …

  • 7 Febbraio

    La mossa di Karlsruhe: il ricorso alla Corte di Giustizia europea

    Ci risiamo. Ancora una volta, come è spesso accaduto negli ultimi anni, la Corte Costituzionale tedesca irrompe sulla scena europea con una decisione che farà discutere e che potrà avere pesanti conseguenze per la governance economica dell’UE. La Corte di Karlsruhe ha infatti deciso di rivolgersi alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea, affinché questa giudichi in via preliminare il programma …

  • 6 Febbraio

    La riunione del Consiglio Direttivo BCE: parola d’ordine “stabilità”.

    Sarà marzo il mese decisivo, per il Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea (BCE), per impostare le nuove strategie per il 2014. Nulla di fatto nella riunione di giovedì 6 febbraio insomma: tassi fermi e nessun annuncio di politiche monetarie non convenzionali. Il tasso di inflazione dell’area dell’euro è nuovamente sceso, nel mese di gennaio 2014, allo 0,7% annuo, ben distante dal …

  • 4 Febbraio

    La nuova Fiat, in bilico tra due continenti

    L’obiettivo principale di Sergio Marchionne è sempre stato la fusione tra Fiat e Chrysler: il manager ha ritenuto i due gruppi complementari dal primo momento. Attenzione però, la vera complementarietà non è tanto sulle competenze, Fiat brava con le macchine piccole e da città, Chrysler migliore per le grandi berline e i SUV. La vera unione tra Detroit e Torino …

  • 3 Febbraio

    La BCE alla guerra della deflazione: senza armi

    “Si può dare di più” cantava un affermato trio di cantanti ad una vecchia edizione del Festival di Sanremo. Non sarebbe così folle immaginare le note di questo ritornello risuonare anche nelle stanze del modernissimo e scintillante edificio della Banca Centrale Europea a Francoforte. Il giudizio da parte dei giornali italiani sulla figura di Mario Draghi è univoco: è stato …

  • 3 Febbraio

    Verso le elezioni europee 2014: il Portogallo e l’incubo austerity

    Il Portogallo è tradizionalmente il Paese della malinconia, della saudade: chi è stato a Lisbona non può dimenticare le atmosfere decadenti, e vagamente bohèmiennes, del Bairro Alto o dell’Alfama. A partire dalle prossime elezioni europee però, il Paese lusitano rischia di diventare anche l’emblema della decadenza del progetto europeo, incagliato in politiche economiche controproducenti e dall’insipienza delle classi dirigenti. Alle …

Gennaio, 2014

  • 30 Gennaio

    L’ECOFIN: la Commissione fuori dal meccanismo di risoluzione bancaria

    Martedì 28 gennaio si è tenuto il primo ECOFIN (Consiglio composto dai Ministri delle Finanze degli Stati membri) del 2014, ricco di decisioni e dei provvedimenti più vari. L’ultimo vertice del 2013 si era concluso in tarda notte, poiché era servito a delineare i contorni di uno dei pilastri dell’unione bancaria: il Meccanismo Unico di Risoluzione. Questo accordo prevedeva la …

  • 27 Gennaio

    La presidenza greca di fronte alla commissione ECON: gli obiettivi del semestre

    Mercoledì 22 gennaio, il Ministro delle Finanze greco, per questo semestre Presidente dell’ECOFIN, Yannis Stournaras, ha esposto alla commissione ECON (Economic and Monetary Affairs Committee) del Parlamento Europeo le priorità e le sfide da affrontare fino al 30 giugno 2014. La Grecia è stata posta al centro del discorso fin dal suo principio, non per autoreferenzialità, quanto perché essa costituisce …

  • 21 Gennaio

    L’UE si inventa la crescita: l’aumento statistico del PIL europeo

    La fredda attualità è nota: la crescita anemica dell’economia domina i giornali di mezza Europa, mentre in Paesi come l’Italia anche solo flebili barlumi di ripresa paiono ancora un miraggio. L’Unione Europea, in questo contesto, interviene sulle modalità con cui gli Stati membri calcoleranno il Prodotto Interno Lordo, o PIL, e trasmetteranno poi i dati a Eurostat, l’agenzia statistica dell’UE. …