18comix

Economia e Finanza

Novembre, 2013

  • 14 Novembre

    Il ritardo degli Stati europei nella lotta alla disoccupazione giovanile

    Si è svolta martedì a Parigi la seconda conferenza europea sulla disoccupazione giovanile, presieduta questa volta dal Presidente francese François Hollande, dopo che il primo appuntamento aveva avuto luogo a Berlino agli inizi di luglio. Vi hanno partecipato più di venti fra capi di Stato e di governo degli Stati membri dell’UE e i più alti rappresentanti delle istituzioni europee, …

  • 7 Novembre

    La BCE taglia i tassi e agita i mercati

    Oggi si è riunito il Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea nella consueta riunione di inizio mese per delineare le strategie di politica monetaria. Dal momento che l’inflazione europea è crollata ad ottobre allo 0,7% dall’1,1% di settembre, era inevitabile attendersi nuovi interventi da parte dell’Eurotower. Il target principale della BCE è infatti mantenere il livello di inflazione nel medio-lungo …

  • 5 Novembre

    I benefici economici dell’immigrazione

    Articolo tratto numero mensile di Europae: “Alle porte dell’UE. L’immigrazione e la frontiera meridionale”, n. 6 Ottobre 2013 (pp. 9-11).  Di fronte ai temi dell’immigrazione, in Europa si assiste a un dibattito pubblico abbastanza assurdo e irrazionale. Invece di parlare di benefici e svantaggi e analizzare seriamente il fenomeno, troppo spesso si affronta la questione attraverso vecchi schemi ideologici buoni …

  • 1 Novembre

    Germania e Stati Uniti: il vero scontro è sulla politica economica

    Chi pensa che lo scandalo spionaggio sia il vero motivo di attrito tra Germania e Stati Uniti commette un errore grossolano. L’economia resta infatti la prima preoccupazione dei governi occidentali e le divisioni più rilevanti nelle relazioni euro-americane sono legate alle politiche economiche e monetarie. Su questo terreno Berlino e Washington non sono mai state più lontane. Fin dal 2008 …

Ottobre, 2013

  • 31 Ottobre

    Nuovo crollo dell’inflazione: la BCE pronta a intervenire?

    Ancora una volta i destini delle politiche monetarie europee vengono pesantemente influenzati dalle decisioni prese oltreoceano. Ieri infatti, il Federal Open Market Committee (FOMC) della Federal Reserve ha deciso di rimandare le operazioni di tapering. La banca centrale degli Stati Uniti continuerà ad immettere liquidità sui mercati, acquistando titoli ad un ritmo di 85 miliardi di dollari al mese. Secondo …

  • 31 Ottobre

    L’austerità ha funzionato nei Paesi baltici?

    Il premio Nobel per l’Economia 2013 è stato quest’anno assegnato a tre insigni economisti (Fama, Hansen e Shiller) che hanno esposto punti di vista molto differenti circa la razionalità dei mercati: Fama ne è sempre stato un ferreo sostenitore, Shiller ha scritto interi tomi per contestarla. Come a dire: l’economia non è una scienza esatta, esistono ed esisteranno sempre varie …

  • 23 Ottobre

    L’esempio che viene da Londra: la privatizzazione di Royal Mail

    Dal 15 ottobre parte delle azioni della storica compagnia postale pubblica Royal Mail fluttuano liberamente nei listini della borsa britannica. Il governo Cameron ha deciso infatti di privatizzare parzialmente la società, offrendo sul mercato il 52,2% delle azioni. A qualche giorno dall’offerta pubblica iniziale, è possibile analizzare in modo più approfondito un’operazione che ha evitato ai contribuenti britannici nuove tasse …

  • 21 Ottobre

    Draghi, la Commissione e quella lettera galeotta

    Si è mosso in segreto Mario Draghi, celando ad occhi indiscreti la missiva diretta il 30 luglio al Commissario Almunia. La richiesta è scottante: flessibilità sulla nuova disciplina degli aiuti di Stato alle banche. Il nodo del contendere, la condivisione dei salvataggi tra contribuenti e azionisti o, in termini tecnici, il passaggio dai bail-out al bail-in, per alleggerire il peso sulle casse statali – …

  • 18 Ottobre

    Euroscetticismo e politiche di austerità: una relazione pericolosa?

    Il Primo Ministro italiano Enrico Letta e il presidente della Commissione Europea Manuel Barroso hanno recentemente espresso il timore di una “calata dei barbari” euroscettici alle prossime elezioni europee. Questo timore è stato corroborato dal fatto che il Front National di Marine Le Pen sia dato dai sondaggi come primo partito di Francia: buona parte di tale strabiliante risultato è ascrivibile …

  • 17 Ottobre

    Gli Stati Uniti scongiurano il default, l’Europa tira un sospiro di sollievo

    Non sono stati solamente moltissimi americani a tirare un sospiro di sollievo alla notizia che al Senato di Washington era stato finalmente trovato un accordo sul cosiddetto debt ceiling, ossia il tetto massimo raggiungibile per legge dal debito pubblico degli Stati Uniti. Durante i 16 giorni dello shutdown, la chiusura di tutte le attività del governo federale considerate non essenziali, …