18comix

Economia e Finanza

Settembre, 2013

  • 14 Settembre

    I compiti dell’Italia ed il senso del dovere

    Nella primavera di quest’anno l’Italia si era rallegrata per la chiusura della procedura di deficit eccessivo della Commissione Europea. Grazie alle pesanti manovre del governo Monti, il rapporto deficit/PIL era stato faticosamente portato sotto la soglia del 3% ed il nostro Paese era entrato a testa alta nel club dei Paesi con i conti in ordine. Lo spread con i …

  • 13 Settembre

    Unione Bancaria: il Parlamento Europeo e la vigilanza unica della BCE

    Il 12 settembre 2013 rimarrà una delle date scolpite nella timeline della storia dell’integrazione europea per svariati motivi. Ieri il Parlamento Europeo ha approvato a grandissima maggioranza il nuovo sistema unico di vigilanza sulle banche, pietra miliare dell’unione bancaria. Un provvedimento ricco di cambiamenti non solo per il sistema bancario europeo ma anche per lo stesso Parlamento Europeo. Il punto …

  • 12 Settembre

    “Guarda come ti riduco il debito”: il caso dei fondi pensione polacchi

    Al solo sentore di nazionalizzazioni i mercati rispondono in un unico modo: andando giù a picco. Il grafico mostra l’andamento del WIG20, l’indice azionario racchiudente le venti più grandi compagnie quotate nella Borsa di Varsavia, da inizio anno ad ora: i minimi corrispondono indicativamente al 26 giugno e al 4 settembre, date che i gestori dei fondi pensione polacchi ricorderanno …

  • 11 Settembre

    Svezia: l’avanguardia della cashless society

    Nonostante ad aprile il vicepresidente della Banca Centrale Europea Vitor Constancio avesse avanzato l’ipotesi del ritiro dal mercato della banconota da 500 euro, nei mesi successivi non si è saputo più nulla dell’eventuale decisione. Ancora in primavera, la Commissione Europea aveva pubblicato un documento nel quale si interrogava dell’utilità di mantenere in circolazione le monete da 1 e 2 centesimi …

  • 7 Settembre

    Shadow Banking: giro di vite da Commissione e G20

    51.000 miliardi di euro: questo il volume d’affari generato nel 2011, secondo il Financial Stability Board, dal sistema bancario ombra, traduzione foneticamente poco appagante di shadow banking, il sistema extra bancario di intermediazione finanziaria. Circa la metà delle attività bancarie globali, il 30% del sistema finanziario mondiale, avvengono in questo universo parallelo che replica, senza gli stessi vincoli normativi, gran parte dei servizi di …

  • 6 Settembre

    La BCE conferma i tassi ai minimi storici. Draghi si prepara al “tapering” americano

    Ieri, giovedì 5 settembre, si è riunito il Consiglio Direttivo della Banca Centrale Europea per discutere di politica monetaria. Non c’è dubbio però che gli economisti di tutto il mondo ricorderanno l’estate 2013 per l’annuncio del Presidente Mario Draghi sull’avvio dei meccanismi di “forward guidance” da parte della BCE. D’ora in avanti, in pratica, ci si dovrà abituare a leggere …

  • 4 Settembre

    Eurostat: l’Europa torna a crescere, l’Italia ancora no. Restano i rischi dell’instabilità

    L’Europa sta lentamente uscendo dalla recessione, per quanto a fatica e in modo disomogeneo. I timidi segnali di ripresa più volte annunciati da istituzioni europee e governi nazionali iniziano infatti a vedersi anche nei dati macroeconomici. Secondo le rilevazioni Eurostat pubblicate oggi, nel secondo trimestre del 2013 il PIL dell’UE è cresciuto dello 0,4% rispetto ai primi tre mesi dell’anno. …

  • 4 Settembre

    Microsoft acquista Nokia. L’Europa fuori dal mercato globale della telefonia mobile

    Nel lontano 2003 le aziende europee produttrici di telefoni cellulari primeggiavano nel mercato globale. La tedesca Siemens continuava ad investire nella miniaturizzazione dei cellulari e la svedese Ericsson, forte della joint-venture siglata con Sony, si preparava a lanciare sul mercato telefonini con nuovissime funzioni fotografiche e capaci di leggere file musicali. La possente e invidiata Nokia, regina scandinava della telefonia …

  • 2 Settembre

    Allarme deficit: la Francia riforma le pensioni

    Martedì 27 agosto il governo francese ha presentato la nuova drastica riforma delle pensioni, che mira a portare in pareggio il sistema pensionistico francese tra il 2020 ed il 2030. L’intervento era obbligato da un deficit destinato, senza riforme strutturali, a raggiungere nel 2020 la stratosferica cifra di 20,7 miliardi di euro. Livelli così elevati da generare “perdita della sostenibilità” …

Agosto, 2013

  • 26 Agosto

    “Attenti alla Grecia”: Merkel e il monito della Bundesbank

    La Bundesbank, chiamata affettuosamente “Buba” dai tedeschi, non è mai stata una banca centrale come le altre. La sua influenza nelle vicende dell’Unione Europea è sempre stata saliente, tanto da far ritenere che l’obiettivo primario della Banca Centrale Europea (BCE) – che è il contenimento dei tassi d’inflazione – non sia altro che una proiezione della rigidità della Buba, che fin …