18comix

Azione Esterna

Febbraio, 2015

  • 4 Febbraio

    Minsk: falliscono i colloqui, in Ucraina si combatte

    Minsk, i colloqui che avrebbero dovuto fermare i combattimenti in Ucraina. Nella città dove il 5 settembre 2014 era stato trovato il primo debole accordo tra le parti, a fermarsi invece è stato proprio il dialogo. Con il contorno delle solite accuse reciproche sulle responsabilità. A poco sono serviti gli appelli dei leader, da Merkel a Hollande, da Dačić (in rappresentanza …

  • 3 Febbraio

    Kosovo, a Pristina è guerriglia urbana

    Da giorni ormai per le vie di Pristina è scoppiata una protesta che molti giornali locali stanno già considerando la più violenta da quando il Kosovo ha dichiarato la propria indipendenza dalla Serbia, nel 2008. La manifestazione, inizialmente pacifica, si è poi trasformata in guerriglia urbana: da una parte la polizia in assetto antisommossa che respinge i dimostranti con gas lacrimogeni, …

Gennaio, 2015

  • 30 Gennaio

    Russia: nuovi bersagli per le sanzioni UE

    Il Consiglio Affari Esteri dell’Unione Europea (CAE), riunitosi ieri, ha ampliato le sanzioni contro la Russia dopo la strage di Mariupol dei giorni scorsi: si allungherà la lista di persone che si vedranno congelare gli asset finanziari (come depositi bancari) e revocati i visti per viaggiare in Europa. L’UE condanna fermamente il “bombardamento indiscriminato delle aree residenziali” e la nuova …

  • 30 Gennaio

    Kobane riconquistata: è l’ora di uno Stato curdo?

    Le notizie della riconquista della città di Kobane da parte dei Peshmerga curdi riporta alla ribalta la cosiddetta questione curda. La guerra attualmente in corso in Siria potrebbe irrimediabilmente cambiare la storia del Kurdistan. Chi sono i Curdi Il Kurdistan identifica una regione geografica a cavallo tra Turchia, Siria, Iraq, Armenia ed Iran, prevalentemente abitata da una popolazione di etnia …

  • 29 Gennaio

    Artico, tra Russia e Danimarca: la risposta di Putin

    Il 30% dei giacimenti di gas non ancora scoperti ed il 10% di quelli di petrolio. In aggiunta risorse ittiche ancora inesplorate e la possibilità di ridurre del 40% i tempi di percorrenza ed i costi delle rotte commerciali Asia-Europa (che tuttora transitano per il canale di Suez). L’Artico è una miniera che fa gola a molti. Anche alla Danimarca. È …

  • 29 Gennaio

    Azerbaijan: sono i diritti il prezzo per la stabilità?

    Lo scorso 20 gennaio ricorreva il 25° anniversario del Gennaio Nero di Baku, quando l’esercito sovietico intervenne per stroncare il Fronte Popolare, organizzazione che si batteva per l’indipendenza, la democrazia e l’unità dell’Azerbaijan. Negli anni del crollo dell’URSS simili episodi avvennero anche in altre città sovietiche. Fu l’inizio doloroso del percorso di democratizzazione. Dalle dichiarazioni del Presidente azero Aliyev durante i …

  • 27 Gennaio

    Ucraina: la strage, “perché morire per Mariupol?”

    Sabato scorso una pioggia di missili Grad ha colpito l’abitato di Mariupol, in Ucraina, provocando 30 morti e decine di feriti tra la popolazione civile. A dicembre sembrava che il conflitto nelle regioni di Donetsk e Luhansk fosse per lo meno congelato: invece nelle scorse settimane si sono verificati gli scontri più violenti dalla firma dell’Accordo di Minsk di settembre. Prima …

  • 27 Gennaio

    Boko Haram: l’inerzia dell’UE

    Parzialmente offuscata da uno dei più gravi attacchi terroristici della storia recente europea, la strage di Baga in Nigeria è stata l’ennesima manifestazione dell’offensiva armata islamico-radicale di Boko Haram, ed ha causato la distruzione di una quindicina di villaggi e della città di Baga, oltre alla morte di circa duemila persone. Represse sotto la dittatura militare, le tensioni etniche in Nigeria …

  • 26 Gennaio

    Sud Sudan, l’impegno UE: tra guerra civile e crisi umanitaria

    “Non so come sia cominciata questa guerra. È passato tanto di quel tempo. Una mucca rubata ai dinka dai soldati dell’esercito governativo, che poi i dinka si sono ripresi provocando una sparatoria e dei morti? Più o meno le cose saranno andate così. Naturalmente la mucca non era altro che un pretesto” (R. Kapuściński) Sud Sudan. Crisi umanitaria. Un binomio …

  • 25 Gennaio

    Serbia e Kosovo: il nodo delle miniere di Trepča

    Il 19 gennaio, il premier kosovaro Isa Mustafa ha annunciato che la questione relativa all’acquisizione totalitaria del complesso minerario di Trepča, di proprietà (in gran parte) dello Stato serbo, è stata espunta dal provvedimento generale sulla riorganizzazione delle imprese pubbliche, adottato il 15 gennaio. Verrà riconsiderata invece a Bruxelles, con la mediazione dell’UE, nel quadro del negoziato Pristina-Belgrado, prossimo incontro …