18comix

Azione Esterna

Giugno, 2014

  • 21 Giugno

    Iraq: possibile convergenza USA-Iran contro l’ISIS?

    Amicus meus, inimicus inimici mei! Così veniva scandito dai romani il più comune proverbio secondo il quale il nemico del mio nemico risulterebbe essere mio amico. Niente di più appropriato potrebbe essere detto descrivendo l’evolversi della crisi irachena e delle sue ripercussioni sull’intero palcoscenico politico mediorientale. L’intensificarsi delle azioni dell’ISIS (Islamic State of Iraq and al-Sham) nella parte nord-occidentale del …

  • 19 Giugno

    Summit UE-Lega Araba: Iraq e Siria in agenda

    Nelle ultime settimane di presidenza greca del Consiglio Europeo, Atene ha ospitato il terzo incontro interministeriale UE-Lega Araba, condotto sotto la direzione congiunta dell’Alto Rappresentante dell’Unione per la politica estera e di sicurezza Catherine Ashton, del Segretario Generale della Lega Araba Nabil Elaraby (egiziano) e del Ministro degli Esteri del Marocco Salaheddine Mezouar. In agenda, cooperazione strategica, istituzionale e socio-economica, …

  • 17 Giugno

    Lukašenko a Belgrado: “I serbi un popolo fratello”

    Il 12 giugno il Presidente bielorusso Aleksandr Lukašenko si è recato a Belgrado per incontrare il suo omologo Tomislav Nikolić. Oltre a sottoscrivere alcuni accordi, i due Presidenti hanno ribadito a chiare lettere che tra Serbia e Bielorussia c’è un solido legame, da entrambi definito “stretta amicizia”. Al termine del colloquio, durante la conferenza stampa congiunta, Nikolić ha affermato che Lukašenko …

  • 17 Giugno

    Gas: falliscono le trattative fra Ucraina e Russia

    “Dalle 10 di questa mattina, ora di Mosca, Naftogaz Ucraina riceverà solo la quantità di gas per cui ha pagato”. Sono queste le parole pronunciate ieri in mattinata in conferenza stampa dal portavoce del colosso energetico russo Gazprom. Per rincarare la dose, lo stesso portavoce, ha mostrato ai giornalisti alcuni grafici in cui, nella casella “pagamenti versati da Naftgaz”, compariva …

  • 16 Giugno

    Iran e nucleare: tante parole a Ginevra, ma zero accordi

    Manca poco più di un mese alla chiusura della finestra temporale apertasi a novembre dell’anno passato per raggiungere una soluzione condivisa sulla questione del nucleare iraniano. Stati Uniti e Iran, riuniti lunedì e martedì a Ginevra, sembrerebbero, nonostante le parole dei rispettivi capi delegazione, non aver ancora raggiunto la soluzione di compromesso auspicata. Alcune questioni prettamente tecniche legate al numero …

  • 13 Giugno

    Iraq: anche la religione alla base dei nuovi disordini

    Giovedì si è tenuto a Roma l’“Annual Council Meeting” per discutere, originariamente, della situazione in cui continua a versare la Siria dopo oltre tre anni di guerra civile e all’indomani della rielezione di Al-Assad, avvenuta con una maggioranza bulgara (88% dei voti espressi secondo i dati del governo), a fronte di oppositori sconosciuti. A tenere banco è stata tuttavia l’emergenza …

  • 11 Giugno

    Media e libertà: le accuse OSCE alla Serbia di Vučić

    Il 3 maggio, in occasione della Giornata Mondiale per la libertà di stampa, il premier serbo Aleksandar Vučić ha dichiarato che il suo governo si impegnerà affinché vengano rispettate le libertà di stampa e di espressione, pietre miliari di ogni società democratica che possa definirsi tale. Le dichiarazioni di Vučić non sono affatto casuali. Sono sempre frequenti le accuse di …

  • 10 Giugno

    Albania, un altro passo verso l’ingresso nell’UE

    Il 4 giugno il Commissario per l’Allargamento e la Politica europea di Vicinato, Štefan Füle, ha reso nota la decisione della Commissione Europea. volta a raccomandare la concessione all’Albania dello status di Paese candidato all’adesione. La prossima mossa spetterà ai 28 Capi di Governo dei Paesi membri che si riuniranno per un summit il 26 e 27 giugno a Bruxelles, occasione in …

  • 9 Giugno

    Kosovo: vince ancora Thaçi, vince la continuità

    Vince Thaçi, vince la continuità. I dati ufficiali cominciano ad arrivare dopo le 22, a cinque ore circa dalla chiusura dei seggi. Ed evidenziano subito il testa a testa tra il suo partito, il PDK, e quello di opposizione, l’LDK. Un testa a testa che però il PDK sembra destinato, ancora una volta, a vincere. Vincere delle elezioni che fino ad …

  • 7 Giugno

    Siria, elezioni: vince Assad, il futuro è già passato

    di Samy Sayed Mohamed I risultati elettorali hanno decretato vincitore Bashar Assad, con l’88,7% dei voti. È lui, dal 2000, a governare la Siria, in rivolta dal marzo 2011. Occidente, turchi e arabi avevano previsto che il regime alawita sarebbe stato spazzato via in pochi mesi. Errori di calcolo che sono costati la vita a più di 160 mila siriani, scesi …