18comix

Azione Esterna

Gennaio, 2014

  • 19 Gennaio

    L’Emirato del Caucaso: il terrorismo islamico che spaventa la Russia

    “Le Olimpiadi di Soči saranno una danza sulle ossa dei nostri antenati, dei musulmani morti per la loro terra”. È questo l’anatema lanciato nel giugno 2013 da Doku Hamatovič, detto “Dokka”, Umarov contro i giochi invernali che dal 7 al 23 febbraio si terranno a Soči, città sul Mar Nero, nel Krasnodarskij Kraj, in Russia. Parole preoccupanti, perché provenienti dal leader della maggiore organizzazione …

  • 10 Gennaio

    Piebalgs: l’UE ha un dovere morale verso la Repubblica Centrafricana

    La Repubblica Centrafricana, il cuore “geografico” dell’Africa, sfortunatamente costituisce da anni anche il focolaio del continente, dove instabilità politica e sottosviluppo sono connessi e si alimentano a vicenda. Dal dicembre 2012, il Paese è stato travolto da un intenso conflitto civile, che ha toccato l’apice della violenza nel marzo del 2013, con la deposizione del Presidente Bozizè e la presa …

  • 7 Gennaio

    L’Europa nel mondo: la strategia esterna che non c’è

    L’introduzione dell’Alto Rappresentante per la Politica Estera e di Sicurezza è stata una delle più grandi innovazioni in senso sovranazionale dell’Unione Europea. Una figura che dovrebbe esercitare anche una funzione propulsiva, indirizzando – per quanto concesso – la politica estera, di sicurezza e difesa dei governi nazionali. Fu proprio Javier Solana, primo Alto Rappresentante, a prodigarsi per una maggiore concretezza della …

Dicembre, 2013

  • 31 Dicembre

    L’Italia apripista di una nuova fase nelle relazioni UE-Iran

    La visita ufficiale a Teheran di Emma Bonino non è stata solo la prima di un ministro degli esteri italiano dopo quasi un decennio (l’ultimo era stato Frattini nel 2004), ma anche la prima di un ministro degli esteri di un Paese UE dall’elezione di Hassan Rouhani, che ha segnato una svolta nei rapporti internazionali del Paese. Svoltasi il 21-22 …

  • 27 Dicembre

    Montenegro: passi avanti verso l’adesione

    Altro passo avanti del Montenegro verso l’adesione all’Unione Europea. Come tutti i candidati, anche il piccolo Paese balcanico deve seguire una road map, caratterizzata da 35 capitoli, per adeguarsi alla legislazione europea. A giugno l’UE aveva terminato l’analisi relativa alla compatibilità della legislazione montenegrina con quella europea (fase di screening), ma già nel 2012 alcuni capitoli erano stati “aperti”. Quando …

  • 24 Dicembre

    Un’accelerazione, malgrado piazza Taksim: il PE discute dei progressi della Turchia nel 2013

    Nel corso dell’ultima riunione in plenaria del Parlamento Europeo, la commissione Affari Esteri (AFET) ha discusso la proposta di risoluzione del PE a proposito del Rapporto 2013 sullo stato di avanzamento dei preparativi della Turchia per l’adesione all’UE, pubblicato dalla Commissione Europea lo scorso ottobre. Ogni anno la Direzione Generale per l’Allargamento pubblica infatti un documento in cui presenta una valutazione …

  • 23 Dicembre

    Albania: “no” del Consiglio Affari Generali allo status di Paese candidato

    Sono arrivate il 17 dicembre le decisioni del Consiglio Affari Generali in tema di Allargamento e relative quindi ai Balcani occidentali. Buone notizie per Serbia, Montenegro e Kosovo, nessun passo avanti per Bosnia Erzegovina e Macedonia. Notizie non buone anche per quanto riguarda l’Albania, che ha visto rimandata la concessione dello status di Paese candidato all’adesione. Nonostante la valutazione positiva di Commissione …

  • 21 Dicembre

    Serbia, Ucraina, RCA: non solo difesa al tavolo del Consiglio Europeo

    Il 21 gennaio si parte: conferenza intergovernativa e via ufficiale ai negoziati di adesione della Serbia. È stata questa l’unica vera decisione, in tema di allargamento e relazioni esterne, del Consiglio Europeo del 19 e 20 dicembre (di allargamento si è parlato venerdì 20), che si è in pratica limitato a confermare ed adottare le decisioni del Consiglio Affari Generali …

  • 20 Dicembre

    UE-Turchia: raggiunto l’accordo per la riammissione degli immigrati irregolari

    Per un Paese che ha firmato l’Accordo di Associazione con l’Unione Europea nel lontano 1963 e che ha presentato la propria candidatura ufficiale nel non troppo vicino 1987, essere infine giunti a un accordo sulla riammissione degli immigrati irregolari potrebbe non rappresentare l’obiettivo più ambizioso da raggiungere. Eppure il Commissario europeo per la Giustizia e gli Affari Interni, Cecilia Malmström, …

  • 19 Dicembre

    UE-Cina: un rapporto ancora in divenire

    Il professor Guido Samarani, docente di Storia e Istituzioni dell’Asia Orientale presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, nel suo ultimo libro “Cina, ventunesimo secolo” scrive come la Cina non sia un “Paese normale”, ma è come se racchiudesse, in un’unica realtà, il primo, il secondo e il terzo mondo. Ed è per questo che non risulta semplice interpretare la decisione del Comitato …