18comix

Azione Esterna

Aprile, 2015

  • 22 Aprile

    Iran, accordo raggiunto senza intesa sulle sanzioni

    Iran

    Sembrerebbe essere stato raggiunto un accordo storico lo scorso 2 aprile a Losanna, dopo otto giorni di intensi e frenetici negoziati fra i membri del gruppo P5+1 (o 3EU+3 – Cina, Francia, Germania, Regno Unito, Russia e Stati Uniti) e la delegazione della Repubblica Islamica dell’Iran. La questione pluridecennale della “bomba degli Ayatollah” sembrerebbe avere raggiunto un punto di svolta …

  • 17 Aprile

    Tracciabilità dei minerali, direttiva al vaglio del PE

    tracciabilità dei minerali

    La ricchezza di coltan è fra gli esempi più chiari della ‘maledizione delle risorse’ che attanaglia l’Africa e la Repubblica Democratica del Congo in particolare. Grande quasi quanto l’intera Europa Occidentale, l’odierna RDC possiede una ricchezza geologica senza pari al mondo: oro, diamanti, uranio, coltan, il cui sfruttamento tuttavia non riesce a sollevare le condizioni di vita della popolazione. Il …

  • 14 Aprile

    Lega Araba, verso un esercito congiunto?

    Diplomazia o intervento militare? E se è migliore il secondo, chi appoggerebbe l’idea di una forza congiunta sotto l’egida della Lega Araba? Sono questi gli interrogativi cui si trovano di fronte i leader arabi, in una regione caratterizzata da un crescente bipolarismo tra forze sciite e sunnite. Crescente bipolarismo e la minaccia iraniana L’Iran sciita, uscito rafforzato dall’accordo sul nucleare …

  • 9 Aprile

    Mediterraneo: l’UE pronta a varare la sua realpolitik

    Mediterraneo

    L’Unione Europea prepara una svolta politica in un’area di primario interesse strategico, quella del vicinato meridionale. Con l’occasione della revisione della politica europea di vicinato (PEV), promessa da Jean-Claude Juncker entro il primo anno di mandato, la Commissione Europea intende infatti mettersi al centro del processo di ripensamento della strategia europea nel Mediterraneo e nell’Europa orientale. A giudicare dalle dichiarazioni dei …

  • 9 Aprile

    UE-Russia: è guerra mediatica

    guerra mediatica

    Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell’Unione Europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, dovrà preparare, in collaborazione con gli Stati membri e le istituzioni europee, un piano di azione in materia di comunicazione strategica. L’obiettivo è quello di porre rimedio alla costante disinformazione di Mosca, promuovendo la libertà di stampa e i valori dell’UE. La scadenza per questo …

  • 2 Aprile

    Nigeria, Buhari vince elezioni con monitoraggio UE

    buhari

    Muhammadhu Buhari è il nuovo Presidente della Nigeria. Con uno scarto poco superiore ai due milioni di voti, l’ex generale e dittatore della Nigeria ha vinto le elezioni del 28 e 29 marzo, e sostituirà il suo principale avversario politico, il Presidente uscente Goodluck Johnatan, capo del partito conservatore People’s Democratic Party. L’All Progressives Congress ha ottenuto in totale quasi …

  • 1 Aprile

    UE e Cuba, tra disgelo e trasformazione

    Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell’UE per la politica estera e di sicurezza e Vicepresidente della Commissione Europea, si è recata in missione a Cuba il 23 e 24 marzo scorsi. Si è trattata di “una prima volta” per un Alto Rappresentante UE e di una visita di estrema rilevanza politica. I due giorni sono stati occasione per riprendere i negoziati per …

Marzo, 2015

  • 31 Marzo

    Nemtsov e la Cecenia: le false verità di Putin

    Politkovskaja, Estemirova, Litvinenko, Berezovskij. Nei casi di omicidio dal possibile risvolto “politico” che negli ultimi anni hanno scosso la Russia, raramente tra i sospettati o accusati manca un ceceno. Non fanno eccezione le indagini legate all’ultima tragedia, quella di Boris Nemtsov, condite dalla solita girandola di arresti e confessioni, ritrattazioni e proclami, e dalla solita nebbia intorno al presunto movente. …

  • 20 Marzo

    L’UE e Obama spiazzati dalle elezioni israeliane

    Nelle elezioni israeliane tenutesi martedì scorso ha vinto la linea del nazionalismo intransigente. Il riconfermato leader del Likud Benjamin Netanyahu, dato per spacciato dai sondaggi, forte dei suoi 30 seggi alla Knesset, potrà riprendere la proposta volta a dichiarare Israele uno “Stato nazione ebraico” e continuare con la sua linea contraria rispetto alla creazione di uno Stato palestinese, ad ogni …

  • 18 Marzo

    UE-Africa: in Libia l’UE sostiene i negoziati

    Stabilità: questa la parola d’ordine per le relazioni UE-Africa che emerge ancora una volta dal Consiglio Affari Esteri svoltosi lunedì. Come ha sottolineato l’Alto Rappresentante Federica Mogherini “la stabilità africana è anche stabilità europea”. L’UE torna dunque a ribadire il proprio impegno per il mantenimento della sicurezza in Africa (si parla in questo caso di securitizzazione delle relazioni fra i …