18comix

Relazioni Esterne

Giugno, 2015

  • 18 Giugno

    Iran, verso la firma dell’accordo sul nucleare degli ayatollah

    Iran

    Dopo 18 mesi di trattative, l’Iran e il gruppo dei 5+1 (composto dai membri del Consiglio di Sicurezza più la Germania) hanno raggiunto un accordo sul nucleare, la cui firma è attesa per il 30 giugno; è un risultato storico, dato che l’Occidente ha sempre temuto che il programma nucleare iraniano fosse orientato alla fabbricazione di armi di distruzione di …

  • 17 Giugno

    TTIP, rischio o opportunità per l’agroalimentare?

    TTIP

    Continua nel caldo di inizio estate la maratona del Transatlantic Trade & Investment Partnership (TTIP), l’accordo in fase di negoziato dal 2013 tra Unione Europea e Stati Uniti. Tra riunioni del G7, veti parlamentari incrociati e ardite speranze italiane, si trascina a fatica la discussione, che Angela Merkel vorrebbe conclusa entro la fine del mandato di Obama e Matteo Renzi …

  • 16 Giugno

    Difesa, Mosca rilancia la produzione del Tupolev 160

    difesa

    Nel mese di maggio il Generale Sergei Shoigu, ministro della Difesa Russo, in visita nell’oblast di Astrakhan ha annunciato e confermato l’intenzione di dotare le forze aeree russe di una flotta di bombardieri Tu-160 che dovrebbe passare dalle attuali 16 unità ad almeno 50 velivoli, con una produzione iniziale di almeno 5 bombardieri all’anno. Secondo quanto pubblicato dalla rivista moscovita PolitRussia, …

  • 15 Giugno

    Bosnia, entra in vigore l’Accordo con l’UE

    Bosnia

    Il primo giugno è entrato in vigore l’Accordo di Associazione e Stabilizzazione fra Unione Europea e Bosnia-Erzegovina. L’accordo era stato firmato nel 2008, ma a causa di alcuni problemi politici bosniaci è stato ratificato, entrando quindi in vigore, solo questo mese. Che cos’è un Accordo di Associazione e Stabilizzazione (AAS)? È uno strumento di diritto dell’Unione Europea che può sancire la liberalizzazione degli scambi, …

  • 10 Giugno

    Partenariato orientale, deluse le attese del vertice di Riga

    di Francesco Celentano Il Partenariato orientale, istituito nel 2008 su proposta di Polonia e Svezia, è tornato a far parlare di sé in queste ultime settimane in occasione del vertice di Riga del 21 e 22 maggio. La Politica Europea di Vicinato Il Partenariato si inserisce nel più ampio quadro della Politica Europea di Vicinato (PEV) promossa dall’Unione europea tra il …

  • 9 Giugno

    Libia: l’intervento armato è ancora possibile

    3 giugno. A tale data risale l’ultimo appello per un governo di unità nazionale da parte delle due fazioni politiche libiche, lanciato al termine di una due giorni patrocinata dal capo della missione di supporto delle Nazioni Unite in Libia (UNSMIL) Bernardino León. Una dichiarazione congiunta in cui si auspica il raggiungimento di un accordo bilanciato per la formazione di un nuovo …

  • 8 Giugno

    Francia: il mito della Légion étrangère

    La Legione Straniera è un corpo d’élite dell’esercito francese circondato dal mito perché offre un mezzo di riscatto sociale e la possibilità di assumere una nuova identità. Il prezzo da pagare è tuttavia alto: isolamento, lontananza dalla famiglia e dura quotidianità. Ogni anno i disertori sono circa 250. In passato hanno fatto parte della Légion, tra gli altri, l’italiano Vittorio Testi …

  • 8 Giugno

    Riga, un vertice dal basso profilo

    Lo scorso 21 e 22 maggio, i rappresentanti delle istituzioni europee, dei 28 Paesi membri e dei sei partner orientali si sono riuniti nella capitale lettone per il quarto vertice del Partenariato Orientale. Dall’ultimo vertice, tenutosi a Vilnius nel novembre del 2013, è passato solo un anno e mezzo, malgrado l’impressione di essere in un’altra era. Da allora infatti cambiamenti epocali sono avvenuti, …

  • 5 Giugno

    Un drone per l’Europa: accordo Italia-Francia-Germania per MALE 2020

    Il 18 maggio 2015 a Bruxelles si ritrovano un italiano, un francese e un tedesco; no non è una barzelletta ma bensì un incontro di vitale importanza per la sicurezza europea. I tre personaggi in questione sono infatti il ministro della Difesa Italiano Roberta Pinotti, il ministro della Difesa tedesco Ursula von der Leyen e il ministro della Difesa francese …

  • 4 Giugno

    Burundi: la crisi, le violenze, la pressione UE

    In Africa la storia si ripete. Cambiano i luoghi, gli attori ma la trama è sempre la stessa. Un nuovo capo di Stato, intravedendo la fine del suo potere decide comme d’habitude di modificare la costituzione per poter restare in sella. Risultato: l’esercito si ribella, in alcuni casi anche la popolazione, e si da vita a un colpo di Stato …