18comix

Relazioni Esterne

Marzo, 2014

  • 12 Marzo

    Serbia-Kosovo: l’UE non abbassi la guardia

    Sotto la cenere, i carboni ardono ancora. È vero, la temperatura tra Serbia e Kosovo, nel giro di un anno, è notevolmente diminuita. L’accordo dello scorso 19 aprile e la sua attuazione sono stati probabilmente il maggiore successo della politica estera dell’UE dopo il grande allargamento ad est. Ma rimangono argomenti in grado di generare ancora scintille, tante. È il caso …

  • 12 Marzo

    Algeria: l’esito delle elezioni sembra già scritto

    È cominciata con un mistero la corsa alle elezioni presidenziali in Algeria: Rachid Nekkaz, l’attivista franco-algerino che a ottobre aveva rinunciato alla cittadinanza francese per candidarsi alla guida del Paese, non è riuscito a depositare la sua candidatura, in quanto sarebbero scomparse le 62 mila firme raccolte in suo sostegno. I fogli sono poi stati ritrovati, pochi giorni dopo la …

  • 12 Marzo

    Industria, minerali e sangue: un nuovo commercio è possibile?

    Stagno, tantalio, tungsteno e oro: sono questi i minerali più importanti per l’industria moderna, elementi imprescindibili dei processi produttivi nel manifatturiero avanzato che l’Unione Europea cerca di rilanciare quale risposta alla stagnazione economica. Ma sono anche i minerali più “insanguinati” dai conflitti per il loro approvvigionamento, che da decenni tormentano il continente più povero, l’Africa, come il film del 2006 …

  • 12 Marzo

    Libia: gli aiuti non mancano, ma serve una soluzione politica

    La settimana scorsa la Comunità Internazionale ha dovuto affrontare, oltre alle problematiche legate alla crisi in Ucraina, il problema non ancora risolto della stabilità in Libia. La prima tappa di questo tour de force si è svolta lunedì 3 marzo, presso il Parlamento Europeo, con una relazione sulla situazione in Libia presentata alla commissione AFET da Hugues Mingarelli, Managing Director …

  • 11 Marzo

    UE-Russia: una collaborazione più che possibile, auspicabile

    Europa e Federazione Russa hanno in comune più di quanto si creda. Non solo perché Mosca fu definita (dopo la conquista turca di Costantinopoli), dalla tradizione zarista, la “Terza Roma”, erede diretta della Roma imperiale. E nemmeno per la straordinario contributo russo nelle arti, nelle scienze e nella letteratura, patrimonio entrato a pieno titolo nella cultura europea. Sarebbe poi semplice …

  • 10 Marzo

    Egitto, la via crucis verso il voto di aprile

    Il controllo del tempo è fondamentale in politica. Lo diventa ancora di più quando si intraprende un percorso di transizione politica verso una piena democrazia, come nel caso della Repubblica Araba d’Egitto. Eppure, a tre anni dalla rivoluzione del 25 gennaio, sembra che al Cairo il tempo abbia deciso di fermarsi se non, peggio ancora, di ritornare sui suoi passi. …

  • 7 Marzo

    Ucraina: via al piano di aiuti dal Consiglio Europeo

    Il Consiglio Europeo straordinario convocato dal Presidente Herman Van Rompuy non ha deluso le attese: tante le ore di riunione e molte le divergenze da gestire dietro le porte chiuse. La trama è sempre quella, già riproposta al Consiglio Affari Esteri (CAE) di lunedì: quando si tratta di relazionarsi con la Russia, è forte la tendenza degli Stati membri a …

  • 6 Marzo

    Ucraina: vertice NATO-Russia, né deterrenza né dialogo

    “No news is good news”, ma solo per Mosca. Parole che potrebbero riassumere, in breve, gli eventi di ieri sul fronte ucraino. C’era grande attesa attorno al meeting del Consiglio NATO-Russia, in programma da tempo per parlare di Libano. Ottima occasione invece per parlare di Ucraina. E di Ucraina si è parlato tra il Segretario di Stato degli Stati Uniti John …

  • 6 Marzo

    Siria, gruppi ribelli divisi: nuovo ostacolo per la pace

    Quello che sta avvenendo in Siria va oltre la semplice contrapposizione che oppone le forze di Assad al fronte dei ribelli. Lo scenario siriano, infatti, denota tre livelli di conflitto, caratterizzati dall’opposizione di diversi attori, statali e non statali. Un primo livello è quello internazionale, in cui i principali contendenti sono Russia e Stati Uniti e la posta in gioco è …

  • 5 Marzo

    Ucraina: l’ultimo flop del “metodo Ashton”

    “Here we are”, direbbero gli inglesi. Siamo arrivati al dunque: dopo 5 anni di Commissione Barroso, ormai alla scadenza del mandato, la questione Ucraina ha fornito gli ultimi elementi per dare un giudizio conclusivo sulla politica estera dell’UE nell’ultimo quinquiennio. A tutti coloro che nutrivano dubbi circa l’efficacia della politica estera europea, pochi ormai a dire la verità, la gestione …