18comix

Relazioni Esterne

Settembre, 2016

  • 19 Settembre

    Turchia e Russia: torna in auge il Turkish Stream?

    Migliorano i rapporti fra una Turchia e Russia. I due Paesi, uno che si identifica sempre meno con il consesso delle potenze occidentali, e l’altro che, paria della politica internazionale, cerca disperatamente di uscire dall’isolamento diplomatico pur mantenendo le sue pretese di leadership, sembrano parlare la stessa lingua. Parallelamente, la realizzazione del Turkish Stream riemerge dal magma dei progetti russi …

  • 12 Settembre

    Brasile: è caos politico, dalla Rousseff a Temer

    Si prospettano tempi duri per il Brasile. Dopo tredici anni di governo del centro-sinistra, il Senato ha votato a favore della destituzione della Presidente Dilma Rousseff, lasciando le redini del Paese al suo ex vice, Michel Temer. Una successione ai vertici del governo che, come di consueto, si è tinta di complottismo, visto che la stessa Rousseff ha accusato i …

  • 9 Settembre

    G20: USA, Cina e l’accordo sul clima

    Il G20 tenutosi ad Hangzhou, non lontano da Shanghai, è stato per molti versi poco risolutivo: i “grandi” della Terra non hanno concordato una linea comune su come affrontare la stagnazione economica globale, a partire dal nodo dei tassi zero e dalla massa di disoccupati e precari che s’ingrossa di anno in anno, a fronte di uno sfondo geopolitico sempre …

  • 6 Settembre

    Nigeria: le rivendicazioni dei Niger Delta Avengers

    La Nigeria, già devastata a nord dalla piaga di Boko Haram, ha visto l’apertura di un nuovo fronte a sud, in seguito della formazione del gruppo dei Niger Delta Avengers (NDA), composto da militanti che attaccano le infrastrutture petrolifere nella regione del delta del Niger rivendicando una maggiore autonomia e una più equa ridistribuzione dei proventi dell’industria. Il gruppo ha …

  • 5 Settembre

    Turchia: dal golpe alla Siria

    “E’ come se non fosse successo nulla”. Così rispondono alcuni ragazzi turchi alla domanda se la vita di tutti i giorni abbia ripreso il suo affollato scorrere quotidiano fra le vie di Istanbul, dove per molti la notte del 15 luglio sembra solo uno spavento lontano. Per tanti altri invece ha segnato l’inizio di un lungo incubo. Più di 60 mila dipendenti pubblici licenziati …

Agosto, 2016

  • 29 Agosto

    Juncker: il britannico King per la Security Union

    Agli inizi di agosto è circolata in rete la lettera che Jean-Claude Juncker ha inviato a Sir Julian King chiedendogli di sostituire il Commissario britannico dimissionario Jonathan Hill. Suddiviso le responsabilità del portafoglio “Stabilità Finanziaria, Servizi Finanziari e Unione dei Mercati dei Capitali” fino ad allora di Hill tra altri commissari, il presidente Juncker ha svelato che al nuovo diplomatico …

  • 4 Agosto

    Vertice ASEM fra UE e Asia: il rischio è l’irrilevanza

    “Io ammiro questo Paese, io ammiro il suo straordinario progresso, il meraviglioso sviluppo che questa nazione ha attraversato nel tempo intercorso tra le mie visite”: così il Presidente della Commissione Europea, Jean Claude Juncker, ha ringraziato la nazione ospite, la Mongolia, e il Presidente mongolo, Tsakhiagiin Elbegdorj, durante la conferenza di chiusura dell’11° vertice ASEM, tenutosi ad Ulan Bator il …

Luglio, 2016

  • 26 Luglio

    Summit NATO a Varsavia: un vertice dal basso profilo

    Tra l’8 e il 9 luglio 2016, il summit NATO di Varsavia ha segnato un momento paradigmatico della fase che l’Alleanza Atlantica sta vivendo: dopo i cambiamenti geopolitici che a partire dal 2011 hanno sconvolto e continuano a sconvolgere il vicinato europeo, il vertice di Varsavia non ha portato significative novità rispetto al vertice del 2014, quando le potenze occidentali …

  • 12 Luglio

    Consiglio di Sicurezza ONU: seggio condiviso all’Italia

    “Un po’ per uno non fa male a nessuno”: si potrebbe sintetizzare con questo proverbio la scelta di Italia ed Olanda di spartirsi il seggio non permanente al Consiglio di Sicurezza dell’ONU per il biennio 2017-2018. Ma salutare in questi termini l’accordo significherebbe obliterare la valenza della carica e le questioni che si celano dietro di essa. Il Consiglio di …

  • 8 Luglio

    Israele, la missione alla NATO diventa permanente

    Il 4 maggio, tramite una nota ufficiale, è stato annunciato che «l’Organizzazione del Trattato dell’Atlantico del Nord ha accettato la richiesta per la presenza stabile di un funzionario israeliano presso la sede della NATO». Poche righe più avanti si trova la precisazione che «Israele non è un membro a pieno titolo, ma è ufficialmente accreditato presso la NATO, con una …