18comix

Politiche Interne

Maggio, 2014

  • 29 Maggio

    Energia: la Commissione lancia il nuovo Piano Strategico

    Ieri la Commissione Europea ha finalmente presentato il suo Piano Strategico per la Sicurezza Energetica dell’Ue. Il piano, che verrà discusso nel prossimo Consiglio Europeo del 26-27 Giugno, rappresenta quella che dovrebbe essere la risposta di Bruxelles alla dipendenza energetica dell’Unione. In allegato al Piano Strategico, la Commissione ha anche presentato l’attuale quadro d’insieme del settore energetico comunitario attraverso una …

  • 28 Maggio

    European Inventor Award: anche un italiano in gara a Berlino

    Ogni anno lo European Inventor Award riunisce alcuni degli innovatori più brillanti del mondo, nonché personalità di spicco in ambito economico, politico, mediatico e scientifico. Anche per il 2014 l’evento è quasi alle porte: la cerimonia è infatti prevista per il 17 giugno a Berlino. Lo European Inventor Award è stato creato nel 2006 per volontà dell’EPO (European Patent Office), l’Ufficio …

  • 27 Maggio

    Libia e energia: l’Italia e l’UE osservano con ansia

    Ieri l’ex premier Libico Mahmud Jibril, in un’intervista a Al Arabiya, ha dichiarato di appoggiare il generale Khalifa Haftar, augurandosi che il popolo libico si unisca nella lotta contro i fondamentalisti. Esternazioni che gettano ulteriore benzina sul fuoco che sta nuovamente divampando in Libia e che preoccupano in particolar modo l’Italia. Nella storia recente, gli avvenimenti di Tripoli hanno infatti …

  • 25 Maggio

    Decreto Alstom: la Francia frena le acquisizioni straniere

    Una storia che in tempo di crisi si conosce fin troppo bene: aziende che per un motivo o per l’altro finiscono in mani straniere. La Francia ha deciso di limitare questa possibilità, prevedendo che in sei settori chiave dell’economia un’azienda straniera che voglia acquistare o ottenere il controllo del 33% di una società francese possa farlo solo previa autorizzazione governativa. È …

  • 23 Maggio

    Gas: l’accordo tra Russia e Cina mette nei guai l’Europa

    Le trattative, in corso da settimane, si sono concluse l’altro ieri a Shanghai. Gazprom e Pechino hanno firmato un accordo per le forniture di gas russo. Un accordo storico, come testimonia la presenza di Vladimir Putin in persona durante le firme. Storico per diverse ragioni. Innanzitutto per le cifre da capogiro: durata trentennale, un flusso di 38 miliardi di metri …

  • 22 Maggio

    Energia: Barroso e Tusk premono per l’unione energetica

    Si è conclusa ieri a Bruxelles la sessione finale della High-level conference “Paving the way for a european energy security”, la conferenza sulla sicurezza energetica in Europa. Dopo una breve introduzione del Commissario all’Energia Gunther Oëttinger, ha preso la parola José Manuel Barroso. Il Presidente, nel suo discorso, ha voluto subito affrontare con toni duri la vicenda Ucraina. Dapprima ha sottolineando …

  • 21 Maggio

    Eastmed: dal Mediterraneo l’alternativa al gas russo

    Non sembra, ma il gas naturale è intorno a noi: si parla del 40% dei consumi domestici totali, indispensabile per cucinare, riscaldare acqua e ambienti. Al momento il nostro Paese, l’Italia, compra il 65% del suo gas e, come del resto gran parte dell’Europa, è dipendente dall’import. Forse passeranno decenni, ma alcune scoperte stanno per cambiare la geografia delle estrazioni. L’Europa …

  • 19 Maggio

    Nord Irlanda: il passato nell’IRA dietro l’arresto di Adams

    Mercoledì 30 aprile, a poche settimane dalle elezioni politiche europee e locali, la polizia del Regno Unito ha arrestato l’irlandese Gerry Adams, leader politico di Sinn Féin. Figlio di indipendentisti di Belfast, Gerry è vissuto in una famiglia fortemente legata all’IRA, di cui egli stesso fa parte, o di cui è stato comunque sostenitore. La sua carriera politica si è …

  • 17 Maggio

    Soma: l’incidente minerario risveglia le proteste in Turchia

    Con la conta delle vittime arrivata attorno a 300, l’incidente avvenuto nella miniera di carbone di Soma (nella Turchia occidentale, a circa 450 km da Istanbul) è il più grave nella storia del Paese. Sono stati proclamati tre giorni di lutto nazionale ma, tra le bandiere a mezz’asta e i locali che hanno deciso di restare chiusi, sono anche ricominciate le …

  • 15 Maggio

    Bulgaria: il muro anti-immigrati è una sconfitta dell’Europa

    Chiunque abbia visitato almeno una volta la Bulgaria sa quanto questa terra sappia essere ospitale e benevola con gli stranieri. Negli ultimi mesi però il Paese, porta d’ingresso dell’Europa, nonché luogo d’incontro della cultura europea, balcanica e araba, ha rappresentato un vero e proprio incubo per un significativo numero di rifugiati. Statisticamente la Bulgaria ha registrato circa 1000 richieste di …