mercoledì , 26 settembre 2018
18comix

Politica e Istituzioni

settembre, 2018

  • 21 settembre

    Svezia, la ventata nazionalista europea cresce con i Democratici Svedesi

    La tornata elettorale svedese del 9 settembre ha incoronato Socialdemocratici e Moderati come primi due partiti ma la destra populista degli “Sweden Democrats” ha superato la prova del voto con un buon risultato, il 17,7%, migliore di quasi cinque punti percentuali rispetto a quello ottenuto nel 2014. La loro performance si colloca al centro dell’attenzione di politica e stampa internazionali, poiché …

agosto, 2018

  • 29 agosto

    Egitto: l’8 settembre la decisione sui Fratelli Musulmani

    L’antefatto è una manifestazione in favore dell’ex Presidente egiziano Mohamed Morsi, avvenuta nel 2013: Morsi era stato eletto democraticamente e aveva rivestito l’incarico presidenziale per circa un anno, fino al colpo di Stato perpetrato dell’esercito. Il suo partito di provenienza, Libertà e Giustizia, è vicino a “Muslim Brotherhood”, noti in Italia come “Fratelli Musulmani”. Un movimento, diverse anime Fondati nel …

  • 21 agosto

    Užupis, la Repubblica che (non) c’è

    Užupis

    La Costituzione americana elenca tra i diritti inalienabili la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità. Un’altra costituzione, similmente, cita che “Tutti hanno il diritto di essere felici” (art. 16), ma poi nell’articolo successivo specifica anche che “Tutti hanno il diritto di essere infelici”. Se poi si continua, si può leggere che “Tutti hanno il diritto di morire ma …

  • 14 agosto

    Kosovo: il problema del jihadismo

    di Edoardo Corradi e Francesco Pagano Il contrasto al jihadismo e all’estremismo violento islamico è uno dei punti principali nelle agende governative di tutto il mondo, Kosovo compreso. L’evoluzione del fenomeno da scala locale a quella globale ha portato i Balcani sotto la stretta lente d’osservazione dei governi europei, in quanto possibile regione a rischio di radicalismo violento. I foreign …

luglio, 2018

  • 23 luglio

    Helsinki: tra USA e Russia, fa rumore l’assenza dell’UE

    Uno spettro – e non è quello annunciato da Marx – si aggira su questa Europa, indebolita da nazionalismi interni e esterni. È l’idea che l’Europa sia solo una notion géographique, come era uso dire Bismarck, il quale non ci vedeva niente di più che un continente. Tra Asia e America Davvero l’Europa corre questo rischio, restare solo un riferimento …

  • 20 luglio

    Tunisi: per la prima volta avrà un sindaco donna

    A partire dal 3 luglio scorso, è una donna a guidare il municipio della capitale tunisina, ovvero a rivestire il ruolo di «cheikh de la médina», appellativo che il sindaco riceve in occasione di certe feste religiose. Il suo nome è Souad Abderrahim, un’imprenditrice collegata ad Ennahdha, partito costituito e divenuto attivo tra gli anni ’70 e ‘80. Ennahdha, dall’islamismo …

  • 6 luglio

    E’ scontro fra l’UE e la Polonia sulla riforma della giustizia

    Polonia

    Il clima politico fra Unione Europea e Polonia è sempre più teso. Il 3 luglio è entrato in vigore uno dei provvedimenti più contestati della controversa riforma del sistema giudiziario promossa dal governo ultraconservatore polacco. In particolare, diventa effettiva la riforma della Corte Suprema Polacca. Con la nuova legge, i giudici costretti al prepensionamento saranno almeno il 40% del totale e …

  • 3 luglio

    Macedonia-Grecia, risolta la disputa sul nome

    Dopo più di venticinque anni Macedonia e Grecia hanno firmato un accordo sul nome che la Macedonia dovrà adottare. Dopo la decisione delle Nazioni Unite di identificarla provvisoriamente con l’acronimo F.Y.R.O.M. (Former Yugoslav Republic of Macedonia), i primi ministri macedone e greco hanno convenuto per il nome definitivo di Repubblica della Macedonia del Nord (Republika Severna Makedonija). Nell’accordo assume una …

giugno, 2018

  • 27 giugno

    Migranti: “Stop Soros”, in Ungheria rischio arresto per chi li aiuta

    migranti

    Viktor Orbán non ha perso tempo. A poco più di due mesi dalla sua rielezione, avvenuta con il 49,5% dei voti, è riuscito a far passare all’Országház, il Parlamento magiaro, un pacchetto di leggi che sta facendo discutere l’intera Europa. “Stop Soros”, con 160 voti favorevoli e solo 18 contrari, è un insieme di provvedimenti che mettono in pratica ciò …

  • 20 giugno

    Il caso dell’europarlamentare Korwin-Mikke: il Tribunale dell’UE lo assolve

    Korwin-Mikke

    Il 1° marzo 2017, durante la plenaria del Parlamento Europeo sulle differenze di salario tra uomini e donne, l’europarlamentare Korwin-Mikke si è rivolto così ad una sua collega (v. il testo della sentenza del Tribunale dell’Unione europea nell’affaire T-352/17, ad oggi disponibile solo in lingua francese): « Connaissez-vous le palmarès des femmes lors des Olympiades polonaises de physique théorique? Quelle était …