martedì , 11 dicembre 2018
18comix

Politica e Istituzioni

novembre, 2018

  • 12 novembre

    Aufstehen: Germania, lo strano caso della sinistra anti-migranti

    Sahra Wagenknecht, leader della Linke, ha creato Aufstehen: un movimento che vuole riunire le idee di sinistra e combattere il populismo di destra della AfD, ripartendo da ideologie marxiste e con una politica dura contro i migranti. Aufstehen significa letteralmente “In piedi”: un invito a svegliarsi, che possa contrastare quelle che sono le spinte sempre maggiori dei partiti di destra …

ottobre, 2018

  • 24 ottobre

    Lettonia: i filorussi di Armonia guadagnano consensi

    Il partito filo-russo Armonia ha ottenuto il 19,9% dei voti, confermandosi il primo partito. Al secondo e al terzo posto i nuovi populisti. Crolla al 27% la coalizione filo-europea al governo. Armonia Saskaņa, ovvero Armonia: da oggi è anche il nome del primo partito in Lettonia. Di orientamento filorusso, ha preso il 19,9% dei voti alle elezioni tenutesi sabato 6 …

  • 22 ottobre

    Baviera: l’evoluzione politica dei Verdi di Die Grünen

    In Baviera, la scorsa settimana s’è assistito a un coup de thèâtre elettorale: pur restando in testa, i cd. cristiano-sociali di Markus Söder hanno perso la maggioranza assoluta. L’idea di fondo di tale forza politica è sempre stata la tutela della classe lavoratrice basata sui valori solidaristici propri del cattolicesimo. Sebbene con un’allure conservatrice più spiccata, rappresenta la versione bavarese …

  • 10 ottobre

    Macedonia, ne esce sconfitta anche l’UE

    La serata del 30 settembre a Skopje, nella centralissima piazza Macedonia (sotto lo sguardo di un Alessandro Magno in sella al suo destriero), c’è stato chi ha festeggiato: migliaia di persone, spesso avvolte nella bandiera nazionale, si sono rallegrate per il fallimento del referendum per il “renaming”, il cambio del nome del Paese, che avrebbe potuto ridenominarsi come “Macedonia del …

  • 9 ottobre

    Kosovo, il possibile effetto domino di una ridefinizione dei confini

    kosovo

    Nelle ultime settimane ha destato scalpore il progetto di uno scambio di territori per risolvere la questione Kosovo. Il progetto si muove su uno scivoloso crinale in cui le alternative sono rappresentate da una pacificazione dell’area (che porterebbe ad una piena integrazione europea) o dal gettare l’intera regione balcanica in un nuovo conflitto. La risoluzione della questione kossovara è un …

settembre, 2018

  • 21 settembre

    Svezia, la ventata nazionalista europea cresce con i Democratici Svedesi

    La tornata elettorale svedese del 9 settembre ha incoronato Socialdemocratici e Moderati come primi due partiti ma la destra populista degli “Sweden Democrats” ha superato la prova del voto con un buon risultato, il 17,7%, migliore di quasi cinque punti percentuali rispetto a quello ottenuto nel 2014. La loro performance si colloca al centro dell’attenzione di politica e stampa internazionali, poiché …

agosto, 2018

  • 29 agosto

    Egitto: l’8 settembre la decisione sui Fratelli Musulmani

    L’antefatto è una manifestazione in favore dell’ex Presidente egiziano Mohamed Morsi, avvenuta nel 2013: Morsi era stato eletto democraticamente e aveva rivestito l’incarico presidenziale per circa un anno, fino al colpo di Stato perpetrato dell’esercito. Il suo partito di provenienza, Libertà e Giustizia, è vicino a “Muslim Brotherhood”, noti in Italia come “Fratelli Musulmani”. Un movimento, diverse anime Fondati nel …

  • 21 agosto

    Užupis, la Repubblica che (non) c’è

    Užupis

    La Costituzione americana elenca tra i diritti inalienabili la Vita, la Libertà e la ricerca della Felicità. Un’altra costituzione, similmente, cita che “Tutti hanno il diritto di essere felici” (art. 16), ma poi nell’articolo successivo specifica anche che “Tutti hanno il diritto di essere infelici”. Se poi si continua, si può leggere che “Tutti hanno il diritto di morire ma …

  • 14 agosto

    Kosovo: il problema del jihadismo

    di Edoardo Corradi e Francesco Pagano Il contrasto al jihadismo e all’estremismo violento islamico è uno dei punti principali nelle agende governative di tutto il mondo, Kosovo compreso. L’evoluzione del fenomeno da scala locale a quella globale ha portato i Balcani sotto la stretta lente d’osservazione dei governi europei, in quanto possibile regione a rischio di radicalismo violento. I foreign …

luglio, 2018

  • 23 luglio

    Helsinki: tra USA e Russia, fa rumore l’assenza dell’UE

    Uno spettro – e non è quello annunciato da Marx – si aggira su questa Europa, indebolita da nazionalismi interni e esterni. È l’idea che l’Europa sia solo una notion géographique, come era uso dire Bismarck, il quale non ci vedeva niente di più che un continente. Tra Asia e America Davvero l’Europa corre questo rischio, restare solo un riferimento …