18comix

Politica e Istituzioni

giugno, 2016

  • 1 Giugno

    La Turchia di Erdogan verso la deriva autoritaria?

    Erdogan

    Negli ultimi decenni, poche volte la Turchia è stata al centro dell’attenzione mondiale come oggi: crisi dei migranti, guerra in Siria, timori di un autoritarismo strisciante. Tutto si tiene nel quadro di una destabilizzazione geopolitica di largo raggio, che si estende dall’Europa al Medio-Oriente e in cui Ankara gioca un ruolo di primo spessore. I parlamentari curdi L’ultimo focolare di …

maggio, 2016

  • 13 Maggio

    La Spagna di nuovo al voto: regna l’incertezza

    Spagna

    Dopo 135 giorni di consultazioni inconcludenti volte alla creazione di una coalizione di governo, lo scorso 3 maggio re Felipe VI di Spagna ha sciolto il Parlamento, indicendo nuove elezioni per il 26 giugno. Il Paese non viveva una condizione politica così frammentata dalla caduta del franchismo, uno stallo che per gli analisti faticherà a sbloccarsi in tempi brevi. Dalle …

  • 10 Maggio

    Nuit Debout, la protesta raggiunge anche la Francia

    Nuit Debout

    Dopo la crisi globale del 2008, è emersa un’abbondante casistica di movimenti anti-globalizzazione e anti-liberisti: si possono enumerare innanzitutto “Occupy Wall Street”, vale a dire quel magmatico patchwork di personalità e movimenti, che diede vita a una protesta colorata e multiforme. Nel Vecchio Continente si possono ricordare gli Indignados spagnoli, che nel pieno del momento più grave della crisi europea …

  • 9 Maggio

    Che cos’è il Migration Compact: le proposte per l’UE e l’Africa

    Migration Compact

    Il governo italiano guidato da Matteo Renzi ha presentato all’Unione Europea alcune proposte per un approccio comune alla crisi migratoria che ha investito l’Europa, mettendo a rischio la solidarietà interna e alcuni capisaldi che sembravano intoccabili, come la libera circolazione e la rimozione dei controlli alle frontiere. Il Migration Compact, accompagnato da una lettera di Renzi al Presidente della Commissione Europea Jean …

  • 4 Maggio

    Serbia al voto: per Vučić una vittoria a metà

    Serbia

    Il 24 aprile 7 milioni di elettori si sono recati alle urne in Serbia per le elezioni politiche anticipate volute dal premier uscente Vučić, intenzionato a raccogliere un forte consenso per la sua politica pro Unione Europea ed a rafforzare quindi ulteriormente la sua posizione in Parlamento. Gli esiti lo hanno visto però allo stesso tempo sia come vincitore che …

  • 3 Maggio

    Austria: l’estrema destra si impone al primo turno

    Austria

    Il primo turno delle elezioni presidenziali in Austria ha evidenziato il crollo dei partiti tradizionali di governo e la politicizzazione di una figura rappresentativa come il Capo dello Stato. Austria: i dati di un’elezione anomala Nel sistema politico austriaco, dominato dalla contrapposizione e collaborazione dei due partiti tradizionali, il Partito Socialista e il Partito Popolare, il ruolo del Capo dello Stato …

aprile, 2016

  • 29 Aprile

    Migranti: militari italiani fra Albania e Grecia

    Albania

    È passato inosservato l’accordo fra Italia ed Albania sulla prevenzione dei flussi migratori, secondo il quale l’Italia ha inviato mezzi e uomini in Albania per contribuire al controllo del confine con la Grecia. Per ora l’attenzione è rivolta alla cosiddetta “Rotta Balcanica”, quella, che dalla Grecia continua attraversando Macedonia o Bulgaria, poi Serbia, Croazia e punta verso il Nord Europa. …

  • 25 Aprile

    Macron, Valls e Hollande: la sinistra francese verso il 2017

    In Francia manca un anno alle elezioni, che si terranno ad aprile e maggio 2017. Il centrodestra, per la prima volta nella sua storia, ha organizzato le primarie : si terranno il 20 novembre 2016. Al momento sono undici i candidati dichiarati, tra cui politici minori e un nome di spicco, l’ex primo ministro Alain Juppé, avanti nei sondaggi. Il …

  • 22 Aprile

    Polonia: il governo spaventa l’Europa

    Lo scorso 25 ottobre il partito conservatore Diritto e giustizia (Pis) dell’ex premier Kaczynski ha vinto le elezioni in Polonia. Avendo ottenuto la maggioranza dei seggi in aula, la neo-premier Beata Szydlo ha potuto creare un governo senza alleati. Questa vittoria ha fin da subito preoccupato Bruxelles, sia per i toni spiccatamente euroscettici del partito che per il pericolo di …

  • 19 Aprile

    Böhmemann, come un comico ha messo in difficoltà Merkel

    Böhrenmann

    Tutto è iniziato qualche settimana fa con un’innocua canzoncina messa in onda dalla radio NDR, ironica sul Presidente turco Erdogan, che, non trovandola per nulla divertente, convocava l’ambasciatore tedesco per mostrare il proprio disappunto. La vicenda sembrava chiusa, con un’alzata di scudi tedesca a difesa della libertà di stampa e una moderata indignazione turca. Ci ha pensato il comico Böhmemann a …