18comix

Politica e Istituzioni

Agosto, 2015

  • 4 Agosto

    Alternative fur Deutschland, in crisi gli euroscettici di Germania

    Il partito euroscettico Alternative fur Deutschland ha un nuovo leader: il congresso di Essen del 4 luglio ha infatti eletto Frauke Petry a capo dell’AfD. L’elezione è avvenuta in seguito a dissidi interni che da tempo vedevano contrapposti da un lato Bernd Lucke, economista neo liberale e fondatore del partito, dall’altro Frauke Petry e il suo alleato Alexander Gauland, a …

Luglio, 2015

  • 28 Luglio

    Unioni civili, Italia condannata

    unioni civili

    La sentenza  Oliari and others v. Italy della Corte Europea dei diritti dell’Uomo, in materia dei diritti delle coppie omosessuali, si iscrive all’interno del lungo e non ancora completato processo di acquisizione di pari diritti e opportunità per tutti i tipi di coppie, nell’ambito di un dialogo tra le istanze giurisdizionali più importanti in Italia (Corte di Cassazione e Corte Costituzionale) …

  • 27 Luglio

    Spagna: non solo Podemos. La Catalogna preoccupa Rajoy

    Spagna

    Le elezioni amministrative in Spagna dello scorso 24 maggio hanno confermato i pronostici più ottimisti per i movimenti politici di Podemos e Ciudadanos, quest’ultimo diventato la terza forza a livello amministrativo, e segnato la fine del bipartitismo spagnolo, che ha caratterizzato la vita democratica del Paese dalla fine del franchismo. Sulla scia del “terremoto” politico delle elezioni europee nel 2014, la …

  • 22 Luglio

    Brexit: Cameron alla prova della crisi greca

    Brexit

    L’Unione Europea vive la minaccia della possibile uscita di due membri: Grecia e Gran Bretagna. Diverse le motivazioni, diverso il peso dei Paesi, diverse le modalità con cui si potrebbe giungere a questo risultato. A collegare l’ipotesi di Grexit a quella di una Brexit è un filo non così sottile che passa attraverso i fondi per salvare Atene e la crescente …

  • 17 Luglio

    Ungheria, in Europa c’è un nuovo muro

    Ungheria

    Il 6 luglio il Parlamento ungherese ha approvato, con una maggioranza schiacciante di 151 voti contro 40, la controversa legge che modifica, in maniera restrittiva, la normativa in vigore nel Paese in materia di immigrazione e diritto d’asilo. Il premier Viktor Orban, forte di una maggioranza parlamentare rilevante, ha già fatto parlare di sé, in passato, per leggi contestate dall’opinione …

  • 15 Luglio

    Grecia: il gioco del pollo e la sconfitta di Tsipras

    Grecia

    Quando Alexis Tsipras ha interrotto le trattative con i creditori, dieci giorni fa, e imposto un referendum sulla loro ultima proposta, voleva mettere l’Europa con le spalle al muro. In caso di vittoria dei “no”, pensava il premier greco, sarebbe toccato alle istituzioni fare una proposta più leggera di quelle discusse fino ad allora, o accettare l’uscita della Grecia dall’euro, con conseguenze potenzialmente …

  • 11 Luglio

    Srebrenica, vent’anni dopo il genocidio

    Oggi, 11 luglio, cade il ventesimo anniversario del massacro di Srebrenica. Nel 1995 Srebrenica era un piccola cittadina bosniaca che, durante le guerre jugoslave, era stata definita “zona di sicurezza” e per questo protetta da un battaglione dell’UNPROFOR (United Nations Protection Force). Srebrenica ieri: il massacro del 1995 I violenti scontri fra bosgnacchi (musulmani bosniaci), serbi e croati continuavano ormai …

  • 8 Luglio

    Croazia: i veterani in rivolta

    croazia

    A ottobre dello scorso anno un gruppo di un centinaio di veterani di guerra della Croazia ha cominciato una protesta di fronte al Ministero dei Reduci a Zagabria, per ottenere un aumento dei sussidi e le dimissioni del Ministro Predrag Matic. Probabilmente nessuno di loro si sarebbe immaginato di fare ancora notizia più di sette mesi dopo: a fine maggio l’interruzione del sit-in da …

  • 1 Luglio

    Armenia, scoppia la protesta anti-rincari

    armenia

    Un’ondata di proteste si è scatenata nella capitale dell’Armenia, Yerevan. Tutto è iniziato venerdì 19, giugno, quando il Parlamento armeno ha approvato un aumento del costo dell’elettricità del 17%. Nel corso del weekend, centinaia di cittadini hanno tenuto un sit-in in Piazza della Libertà e hanno chiesto di incontrare il Presidente Serz Sargsyan. Le proteste in Armenia Il lunedì successivo …

Giugno, 2015

  • 25 Giugno

    Parlamento Ue, nasce il gruppo di Le Pen e Salvini

    le pen

    di Maria Nicola Stragapede Il 16 Giugno nasce al Parlamento europeo il gruppo politico della destra nazionalista: L’Europa delle nazioni e delle libertà. La nuova formazione raccoglie il Front National di Marine le Pen (venti eurodeputati), la Lega di Matteo Salvini (cinque), il PVV olandese di Geert Wilders (tre), l’FPÖ austriaco (quattro) e il Vlaams Belang belga (uno). Il gruppo …