18comix

Politica e Istituzioni

Dicembre, 2014

  • 29 Dicembre

    Palestina: dopo il voto francese, il riconoscimento UE?

    Con il voto favorevole espresso in entrambi i rami del Parlamento, la Francia dice sì alla nascita di uno Stato palestinese internazionalmente riconosciuto, con l’obiettivo di mettere fine a un conflitto che da decenni imperversa a più riprese in una delle zone più calde del Medio Oriente. Pur non essendo di carattere vincolante, la mozione promossa dal Gruppo socialista e approvata …

  • 23 Dicembre

    Commissione Juncker: il programma di lavoro per il 2015

    Meglio poche iniziative, ma buone. La parola d’ordine è cambiamento. Questo è, in sintesi, lo spirito che anima il programma di lavoro per il 2015 adottato la settimana scorsa dalla Commissione guidata da Jean-Claude Juncker. Il programma delinea le azioni puntuali che la Commissione Europea intende mettere in atto nei prossimi 12 mesi per favorire occupazione, crescita e investimenti, con …

  • 18 Dicembre

    Consiglio Europeo, approvato il piano per gli investimenti

    Gli aggiornamenti in diretta dal Consiglio Europeo del 18 (e 19?) dicembre. 23.00 – Si è concluso il Consiglio Europeo, come voleva Tusk: “European Council finished. On time” (suo tweet). Ora la conferenza stampa. 22.40 – Imminente la fine della cena del Consiglio Europeo, ha twittato il premier finlandese Stubb. 21.45 – Ecco le conclusioni approvate dal Consiglio Europeo sul rilancio degli investimenti in Europa. …

  • 13 Dicembre

    Merkel e le lezioni che non può più dare

    Solo pochi giorni fa, il Cancelliere Angela Merkel è tornata a premere su Francia e Italia, affermando che le riforme messe in campo sinora “non sono sufficienti” anche in seguito al rinvio a marzo prossimo del giudizio sulle manovre francese e italiana da parte della Commissione Europea. Si ripropone lo scenario in cui la Germania, dall’alto delle sue performance economiche e delle …

  • 12 Dicembre

    Atene di nuovo sull’orlo del baratro

    C’è una scena del celebre film “Gioventù Bruciata”, che vale la pena ricordare: il protagonista viene coinvolto in un giro di corse clandestine e ben presto arriva alla scommessa più temuta, il famigerato chicken game, dove due auto si lanciano a folle velocità lungo un rettilineo che termina in un precipizio. Vince la scommessa chi frena per ultimo, proprio sull’orlo …

  • 10 Dicembre

    Ungheria: marcia indietro per ora sulla tassa su internet

    Lo scorso ottobre il premier ungherese Viktor Orban si è fatto promotore di un’iniziativa molto discussa: il Parlamento si è infatti dichiarato favorevole ad imporre nella Finanziaria 2015 una norma ormai nota in Europa come “tassa su Internet”. La tassa si calcolerebbe in 49 centesimi di euro per ogni gigabyte di traffico, con un tetto massimo mensile (emendamento introdotto dopo …

  • 2 Dicembre

    Tusk, un Presidente pragmatico per l’UE

    Fra molti sorrisi e un pizzico di ironia, si è svolto ieri il passaggio di consegne fra Herman Van Rompuy e Donald Tusk, nuovo Presidente del Consiglio Europeo. L’ex premier polacco succede a un Van Rompuy che ha traghettato l’UE in questi anni di crisi economica e cambiamenti istituzionali, essendo stato il primo nella storia a ricoprire questa carica. La …

  • 2 Dicembre

    Interpreti e traduttori: un servizio alla democrazia

    “Nei periodi di pace, sono le parole a servire l’interesse del proprio Paese”. È così che Olga Cosmidou, capo della Direzione Generale “Interpretazione e conferenze” al Parlamento Europeo, evidenzia la forza delle parole, arma a doppio taglio per chi ignora la complessità del campo linguistico. L’uso sempre più diffuso della lingua inglese tra i funzionari europei e, in particolare, tra …

  • 1 Dicembre

    Denis Mukwege ha vinto il Premio Sakharov 2014

    Il 26 novembre si è svolta al Parlamento Europeo la cerimonia di consegna ufficiale del Premio Sakharov per la Libertà di Espressione 2014, assegnato ad ottobre al dottor Denis Mukwege, che si è distinto per curare da oltre quindici anni le donne violentate nel conflitto nella regione dei Grandi Laghi in Congo. Nell’aula del Parlamento non è mancata la commozione …

Novembre, 2014

  • 27 Novembre

    Il Parlamento Europeo conferma la fiducia alla Commissione Juncker

    La mozione di censura nei confronti della Commissione Juncker, presentata da UKIP, Movimento 5 Stelle, Front National e Lega Nord, è stata bocciata a grande maggioranza dal Parlamento Europeo, con 461 voti contrari, 88 astensioni e solo 101 voti a favore. Jean-Claude Juncker e il suo esecutivo superano così la prima mozione di sfiducia della nuova legislatura, incrementando i voti …