18comix

Politica e Istituzioni

Settembre, 2014

  • 30 Settembre

    Cañete: il nuovo Commissario per Energia e Clima

    «Per un uomo, sostenere un dibattito con una donna è complicato: se si dimostra superiorità intellettuale o la si mette all’angolo, si viene etichettato come machista». Così parlò Miguel Arias Cañete il 16 maggio scorso, al termine di un dibattito televisivo andato in onda in Spagna in vista delle imminenti elezioni europee. Il suo avversario politico non era una «donna …

  • 26 Settembre

    Katainen, per la crescita un paladino del rigore

    katainen

    “Katainen chi ?” C’è da scommettere che per un attimo Matteo Renzi abbia pensato ad esorcizzare Jyrki Katainen, uno dei prossimi Vice Presidenti della Commissione, con le stesse due paroline magiche che portarono Stefano Fassina alle dimissioni da Vice Ministro di un governo Letta ormai prossimo alla caduta. Dopo che dall’Eurogruppo di Milano l’attuale Commissario agli Affari Economici e Monetari …

  • 25 Settembre

    Timmermans, chi è il braccio destro di Juncker

    timmermans

    Frans Timmermans, il nuovo Primo Vice Presidente designato della Commissione Europea, sembra avere l’Europa nel sangue. Classe 1961, è nato nella città che avrebbe visto la firma del Trattato fondativo dell’Unione Europea: Maastricht. Ma è tutta la carriera diplomatica e politica di Timmermans a collegarlo alle vicende europee: cresciuto all’estero, compreso un periodo di studio a Roma, il futuro Vice …

  • 25 Settembre

    Bosnia, aperta la campagna elettorale

    bosnia

    Il 12 settembre si è aperta ufficialmente la campagna elettorale in Bosnia-Erzegovina. Alle prossime consultazioni, indette per il 12 ottobre, più di 3,2 milioni di elettori saranno chiamati ad eleggere un nuovo governo, che resterà in carica per un mandato di quattro anni. Sarà inoltre eletto direttamente il nuovo Presidente. Più precisamente, 2 milioni di elettori nella Federazione di Bosnia-Erzegovina …

  • 22 Settembre

    Germania: i no-euro di AfD guadagnano terreno

    Non sarà più «il malato d’Europa», ma certo dalla Germania – posta a difesa dell’integrità europea in questi anni di crisi finanziaria e del debito pubblico – arrivano notizie affatto rassicuranti. A metà agosto venivano pubblicati i dati sulla crescita del PIL tedesco nel secondo quadrimestre, che segnavano un calo dello 0.2%. Nella stessa occasione Destatis, l’ufficio statistico federale, rivedeva …

  • 22 Settembre

    Bulgaria, verso le elezioni anticipate: destra in vantaggio

    bulgaria

    Il 23 luglio scorso il premier bulgaro, Plamen Orešarski, ha annunciato le sue dimissioni e quelle del suo governo. Il Presidente Rossen Plevneliev, dopo avere sciolto il parlamento, ha nominato un governo ad interim per preparare le elezioni politiche anticipate, previste per il 5 ottobre prossimo, a cui parteciperanno sette coalizioni e 22 partiti politici. L’esecutivo di minoranza dell’economista Orešarski era …

  • 19 Settembre

    La Scozia ha detto “no”, l’Europa si congratula

    L’Europa degli Stati si è svegliata questa mattina tirando un grande sospiro di sollievo. La Scozia ha detto un chiaro “no” all’indipendenza dal Regno Unito. Con il 55% dei voti, i cittadini scozzesi hanno respinto il terzo referendum secessionista e aperto una nuova fase nella storia britannica. Le promesse di un’ulteriore devoluzione di poteri a Edimburgo, ribadite dal premier David Cameron e dai leader dei …

  • 18 Settembre

    Serbia e Macedonia: presto sedi diplomatiche comuni

    Entro breve la Serbia e l’ex Repubblica di Macedonia apriranno missioni diplomatiche e consolari comuni. Qualcuno prevede con un misto di timore e speranza la rinascita della Jugoslavia. Spesso si è parlato del sentimento che, soprattutto con la crisi economica, si diffonde nei Balcani: una forte nostalgia dei tempi di Tito, prima che una sanguinosa guerra civile cambiasse la geografia …

  • 17 Settembre

    Commissione Juncker, più potere ai Vicepresidenti

    Mercoledì scorso Jean-Claude Juncker ha presentato in conferenza stampa i nomi e i portafogli della sua Commissione, a netta maggioranza popolare. Il Partito Socialista Europeo (PSE) ha infatti ottenuto, grazie ai suoi 197 seggi in Parlamento, 8 Commissari, mentre i liberali dell’ALDE, che di seggi ne hanno 67, ne hanno ottenuti 5. L’europarlamentare Patrizia Toia (PD) ha lamentato la scarsa …

  • 17 Settembre

    Svezia: centrosinistra verso un governo di minoranza

    Il socialdemocratico Stefan Lofven ha vinto le elezioni politiche in Svezia e potrebbe formare il nuovo governo entro la prima settimana di ottobre. Con il 43,7% dei voti, il centrosinistra tornerà alla guida del Paese, ma non potrà contare sulla maggioranza assoluta in Parlamento. La coalizione di governo uscente, guidata dal premier dimissionario Fredrik Reinfeldt, ha infatti ottenuto un riguardevole 39,3%, ma …