18comix

Speciali

Luglio, 2014

  • 25 Luglio

    25 luglio 1914: Serbia, Austria e l’ultimatum respinto

    Se l’imperatore austriaco Francesco Giuseppe potesse compiere un viaggio nel tempo fino ai giorni nostri, rimarrebbe infastidito e forse stupito dai rapporti odierni fra la sua Austria e la Serbia. Infastidito, perché probabilmente leggerebbe l’appoggio di Vienna alla Serbia, che doveva essere “ridotta a provincia dell’impero”, come una sconfitta. Stupito di quanto la geografia e il mondo siano cambiati in …

  • 25 Luglio

    Semestri di storia: 1962, Fanfani alla Presidenza

    Luglio 1962, luglio 2014. 52 anni dividono le due date, tante cose sono cambiate. Altre coincidenze le uniscono: come 52 anni fa, la Presidenza del Consiglio dell’Unione Europea spetta all’Italia. Il Presidente del Consiglio dei Ministri è Amintore Fanfani. Nonostante sia stato soprannominato con sprezzo “Rieccolo!” da Indro Montanelli per gli innumerevoli incarichi di governo e all’interno del suo partito, …

  • 22 Luglio

    Semestri di storia: Segni e la 1^ Presidenza italiana

    «Ma noi dobbiamo riconoscere che la divisione in vari Stati dell’Europa è il fattore decisivo del suo declino economico e, quindi, del declino politico della sua civiltà». Pochi, nel 2014, hanno il coraggio di fare affermazioni tanto potenti. Il virgolettato però è un estratto del discorso tenuto il 31 marzo 1957, a conclusione della cerimonia per la firma del Trattato …

Giugno, 2014

  • 28 Giugno

    Sarajevo, Ypres: un secolo di storia per dire “mai più”

    “Non si commemora la fine di una guerra, una battaglia, una vittoria. Si commemora il modo in cui una guerra può iniziare, l’inizio di una insensata marcia verso l’abisso”. Così Herman Van Rompuy, prima del Consiglio Europeo, a Ypres. Hanno scelto Ypres, i grandi d’Europa, per commemorare il centenario dell’inizio della grande guerra. Ypres nelle Fiandre occidentali, dove si svolsero …

  • 25 Giugno

    Mondiali 2014: ultima spiaggia per la Svizzera

    mondiali

    Il calcio è nato in Svizzera. O meglio: il calcio europeo continentale è nato in Svizzera. Era il 1860, nasceva il Lausanne Football and Cricket Club, forse la prima squadra calcistica del continente europeo, fondata da un gruppetto di studenti inglesi in viaggio di studio nei cantoni svizzeri. Solo per rendere l’idea: in Italia si dovettero aspettare gli anni Novanta …

  • 24 Giugno

    Mondiali 2014: la Grecia punta sulla compattezza

    Tre gol incassati, zero realizzati, un solo punto in classifica, frutto di un pari senza reti con il Giappone: è questo lo scarno bottino mundial della Grecia, che si appresta ad affrontare la Costa d’Avorio. Classifica alla mano, in caso di vittoria con la squadra africana si porterebbe a quattro punti, in teoria sufficienti per superare il turno e accedere …

  • 22 Giugno

    Mondiali 2014: Portogallo, un po’ un ritorno a casa

    “Eroi del mare, nobile popolo”: questo il primo verso della Portuguesa, l’inno nazionale lusitano. Il Portogallo, terra stretta fra un continente, quello europeo, e l’Oceano. Nel 1500 Pedro Alvares Cabral, navigatore ed esploratore portoghese, attraversò l’Atlantico per scoprire una nuova terra. E proprio come Cabral, una nuova flotta portoghese, guidata dall’ammiraglio Paulo Bento e dal Capitano Cristiano Ronaldo, ha solcato le …

  • 21 Giugno

    Mondiali 2014: ecco la Germania unita e multietnica

    Italia, 1990. Dopo aver eliminato i padroni di casa, la Germania dell’Ovest si prende la sua terza Coppa del mondo ai danni dell’Argentina di Maradona, poche settimane dopo le prime elezioni democratiche nella Deutsche Demokratike Republik (DDR) e pochi mesi prima della storica incorporazione dei cugini oltre il muro, avvenuta in ottobre. Fu una grande festa alla quale parteciparono anche …

  • 20 Giugno

    Mondiali 2014: l’Italia fra oriundi e figli d’immigrati

    La Nazionale italiana di calcio ha iniziato bene i suoi Mondiali in Brasile, meglio di quanto molti si aspettassero, battendo all’esordio l’Inghilterra nella sauna di Manaus. Si affrontavano una squadra dai chiari tratti multietnici, come quella inglese, frutto del passato imperiale britannico, e un’altra, l’Italia, che pare avere intrapreso con decisione negli ultimi anni la strada dell’apertura a figli di …

  • 19 Giugno

    Mondiali 2014: riecco la Francia, emblema multietnico

    Allez France! È questo il coro che ha accompagnato la tonda vittoria di domenica scorsa per 3 a 0 dei Bleus contro il non irresistibile Honduras. Allez France è anche l’urlo che riecheggerà se i galletti dovessero ripetersi domani sera contro la Svizzera, tranne che forse a casa Le Pen. Nel 2006, infatti, Jean-Marie, allora leader del Front National, tuonò …